Negli ultimi giorni Netflix ha ricevuto una lettera decisamente inaspettata.

Si perché il fratello di Pablo Escobar, Roberto, ha deciso di scrivere qualche parola intimidatoria al servizio streaming per eccellenza reclamando di avere accesso anticipato ai nuovi episodi di Narcos, in modo da poter valutare e autorizzare la messa in onda. Infatti Roberto Escobar, nella lettera che potete leggere qui, ha specificato che nella prima stagione sono state raccontate numerose inesattezze e bugie riguardo suo fratello, il quale non avrebbe mai voluto un ritratto del genere della sua vita e della sua famiglia.

Ma non finisce qui perché Roberto Escobar chiede di ricevere anche una parte dei profitti relativi alla serie televisiva, nominando la sua «un’amichevole richiesta di cooperazione». La lettera in realtà è molto interessante perché è stato confermato essere totalmente reale, spedita tra l’altro da un posto non divulgato della Colombia – in più come potete vedere c’è anche il sigillo della famiglia Escobar

Roberto sostiene la sua fedeltà eterna nei confronti di suo fratello:

Ero il più stretto alleato di Pablo, gestivo la sua contabilità e lui è mio fratello per la vita.

Chiudiamo l’articolo con una parte saliente della lettera:

Spero che non stiate facendo profitti dal mio show, e se lo state facendo vi chiedo di dividere i guadagni con noi. Forse mi sto sbagliando, ma non credo che voi possiate guadagnare grazie al mio nome e a quello di mio fratello e della mia famiglia, a meno che non paghiate e non otteniate la nostra approvazione.

Che cosa ne pensate delle parole di Roberto Escobar? Fatecelo sapere nei commenti

Intanto vi ricordiamo che i nuovi episodi di Narcos saranno disponibili su Netflix a partire dal 2 settembre.

Fonte: TMZ