Durante la prima stagione di Stranger Things uno dei personaggi più memorabili e intriganti è stato senza ombro di dubbio Il Mostro – Il Demogorgone.

La serie creata dai fratelli Duffer vede al centro la scomparsa di un bambino e una ragazzina telecinetica che aiuta a ritrovarlo. Gli 8 episodi mostrano però altri misteri e forze sinistre, in particolare si parla del mostro interpretato da Mark Steger, un attore specializzato nella creazione e nei movimenti con coreografia di mostri ultraterreni – insomma cose che spaventano di notte.

Steger, durante un’intervista con Variety, ha ammesso di aver sentito un’immediata connessione con i creatori dello show. Quando ha incontrato per la prima volta i Duffer ha compreso all’istante che avevano in comune tantissime cose – tutti amavano fare film d’animazioni e in Super 8. Quindi ideare “il Mostro” è stata una cosa piuttosto facile, grazie anche a tutte le passioni in comune. Insieme hanno trovato ispirazione in alcune creature iconiche viste in film come “La Cosa“, “Alien” e “Lo Squalo“. Ecco le parole di Mark Steger a riguardo:

Quando i fratelli Duffer hanno parlato del mostro come uno squalo, tutto ha avuto immediatamente senso.

Successivamente Steger ha parlato dei fratelli Duffer come di due grandi lavoratori che prendono seriamente quello che fanno, ma nonostante questo li ha definiti due bambini in un negozio di caramelle:

C’è questa continuità tra l’infanzia e la vita da adulti. Loro sono come dei bambini che stanno facendo le cose che amano, ma in grande scala. Devo dire che c’è stato il sentore che stessimo facendo qualcosa di realmente magico.

mark-steger-stranger-things-creature

Steger ha già lavorato come attore e coreografo in film come “Io Sono Leggenda“, “World War Z“, e nella serie “American Horror Story” – a volte anche in condizioni ambientali estreme:

Qualsiasi personaggio io stia facendo, sia che io sia truccato o non truccato, sto considerando la gravità, il respiro e lo stato psicologico di questa creatura.

Per Stranger Things Mark Steger è stato all’interno di un enorme costume costruito dal trucco – e dallo studio creature-effects chiamato Spectral Motion. La più grande sfida è stata il fatto che la creatura era alta un metro e ottanta. L’attore ha ammesso che è stato il lavoro più complesso della sua vita:

Indossavo queste scarpe con un alza tacco interno e in più stavo sui trampoli. Indossare questo costume è stato difficilissimo. Stare dentro un costume di questo tipo ti cambia tutto, da quello che senti a quello che vedi. Hai le membra in posti dove non sono normalmente. Anche la mia vista era compromessa, il mio udito completamente oscurato da un motore nelle cuffie. Fortunatamente la maggior parte del lavoro è stato di fronte a un green-screen e questo mi ha permesso ogni volta di catapultarmi nel ruolo senza problemi. Alla fine è la parte che amo di più, in questo modo attraverso l’infanzia e l’età adulta interpretando un mostro da adulto, proprio come farei se fossi un bambino.

mark-steger_as_the-chupacabra

Qui sotto potete vedere un video-carrellata di tutti i personaggi interpretati da Mark Steger:

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=64&v=NbzXLt_QQ48