Dopo il finale di Una Mamma per Amica – Di Nuovo Insieme i fan di tutto il mondo non hanno smesso di parlare neanche un giorno del revival. Al momento, in attesa di qualche conferma rispetto ad un eventuale seguito, Netflix sta giocando un po’ con i fan.

Giovedì il servizio streaming ha condiviso sul profilo Twitter ufficiale una foto particolare con una descrizione piuttosto divertente. Chi ha visto il revival sa bene perché le quattro parole finali possono non aver soddisfatto un buon numero di telespettatori. Guardando il tweet viene spontaneo chiedersi se Netflix si sta prendendo gioco dei fan oppure se sta cercando di far capire a tutti che un sequel del revival è in lavorazione. C’è un tweet di risposta da parte di un fan piuttosto emblematico che dice: “ci state prendendo in giro?” A questa domanda non è giunta risposta.

Insomma i fan della serie sono in trepida attesa di una conferma e danno ormai per scontato che debba esserci una continuazione. L’ultimo episodio si è concluso con Rory (Alexis Bledel) che ha detto sua madre Lorelai (Lauren Graham) di essere incinta. L’unico problema è che non si conosce l’identità del padre, ne tantomeno la reazione della madre, specialmente perché dopo la confessione non è stato mostrato altro se non i titoli di coda. Chissà se Rory stessa è a conoscenza della risposta. Il profilo Twitter di Netflix ha deciso di rinfrescare la memoria a tutti ripercorrendo le tappe della giovane:

La descrizione del tweet si riferisce ad April (Vanessa Marano), la figlia di Luke, che nelle vecchie stagioni scoprì l’identità del padre attraverso un progetto di scienze che presentò anche a scuola. Possibile che Netflix stia solo continuando a promuovere lo show in modo crudele?

Al momento non ci sono né conferme né smentite rispetto all’identità del padre seppure i due creatori, Amy Sherman-PalladinoDaniel Palladino, hanno confermato di essere a conoscenza della risposta. In una recente intervista hanno spiegato che ci sono molti indizi che fanno intuire l’identità nonostante la confusione dei numerosi passaggi temporali. Ma in fin dei conti lo scopo degli autori non è mai stato quello di far capire chi fosse il padre bensì di far ripetere a Rory la stessa storia di sua madre. 

Amy Sherman-Palladino ha inoltre rivelato all’Hollywood Reporter che si sente di aver dato una chiusura alla storia, almeno per il momento: “avevamo in mente un viaggio specifico e sentiamo realmente di averlo portato a termine.” Di certo queste non sono parole incoraggianti seppure sappiamo bene che molte volte ad Hollywood le idee cambiano.