Tra il fiorire di piattaforme e le solite certezze rappresentate dai cable network, l’offerta sul piccolo schermo per il 2018 si presenta molto interessante. Insomma, se da un lato Game of Thrones e, molto probabilmente, Stranger Things si prenderanno un anno di pausa, al tempo stesso non ci sarà tempo per annoiarsi. Diamo quindi uno sguardo alle serie più attese del nuovo anno.

Altered Carbon

Netflix è davvero ammirevole nella sua capacità di creare “eventi televisivi”. Una sinossi accattivante e un trailer niente male sono bastati a rendere l’adattamento del romanzo di Richard K. Morgan una delle serie più attese del 2018. L’ambientazione è futuristica: l’umanità ha ottenuto la possibilità di digitalizzare l’anima e cambiare corpo. In poche parole, l’immortalità. In questo scenario fantascientifico un agente di nome Takeshi Kovacs (Joel Kinnaman) deve indagare su un omicidio che forse nasconde una cospirazione più grande. Ad ingaggiarlo il ricchissimo Laurens Bancroft (James Purefoy). La serie, che arriverà il prossimo 2 febbraio, è una delle più costose di sempre per Netflix, e si candida a diventare il nuovo oggetto di culto per gli appassionati televisivi. Ci riuscirà?

The Looming Tower

Jeff Daniels e Alec Baldwin sono i protagonisti di questo spy-thriller in arrivo su Hulu il prossimo 28 febbraio. La serie, basata sul testo vincitore del Premio Pulitzer, si svolge alla fine degli anni ’90 e racconta la crescente minaccia di Osama bin Laden e di Al-Qaeda. In particolare, si concentra sulla sfida interna tra l’FBI e la CIA e di come questa abbia inavvertitamente preparato lo scenario per l’11 settembre. Protagoniste della serie sono infatti due squadre antiterrorismo che hanno base a New York e Washington D.C. e che appartengono alle due agenzie. I membri di entrambe le squadre viaggiano per il mondo per ottenere informazioni e prevenire la minaccia di attacchi sul suolo americano. La sceneggiatura è di Dan Futterman (Foxcatcher), mentre a dirigere gli episodi sarà Alex Gibney (Going Clear).

The Chi

Decisamente ambiziosa questa nuova serie drammatica di Showtime che arriverà il prossimo 7 gennaio. Si tratta di uno spaccato socio-economico che racconta il contesto disagiato di numerosi personaggi, anche diversi tra di loro, che vivono nella zona sud di Chicago. Tutti loro, alle prese con i loro problemi personali tra criminalità e povertà, verranno legati da una serie di coincidenze. Nel cast troviamo Jason Mitchell (Straight Outta Compton), Jacob Latimore (Sleight), Ntare Guma Mbaho Mwine (Queen of Katwe), Alex Hibbert (Moonlight), Yolonda Ross (The Get Down), Armando Riesco (Bull) e Tiffany Boone (The Following). La serie è stata creata da Lena Waithe (Master of None).

Here and Now

Alan Ball e la HBO, ancora una volta insieme dopo Six Feet Under e True Blood. Impossibile non prestare attenzione a Here and Now, la nuova serie che arriverà sul network il prossimo 11 febbraio. Cast molto interessante con Tim Robbins, Holly Hunter, Sosie Bacon, Daniel Zovatto e Raymond Lee. La prima stagione, composta da 10 episodi, racconta quello che accade a una famiglia multietnica composta da un professore di filosofia, dalla moglie avvocato, dal loro unico figlio biologico e dai loro tre figli adottati, provenienti dalla Somalia, dal Vietnam e dalla Colombia. La famiglia sembra all’apparenza perfetta ma in realtà è alle prese con profonde divisioni. Quando uno dei figli inizia a vedere delle cose che sono invisibili agli altri, la situazione diventerà ancora più complicata.

castle rock banner

Castle Rock

Arriverà su Hulu nel corso dell’anno la serie antologica tratta dalle opere di Stephen King. Castle Rock è uno dei tanti luoghi di fantasia nati dalla mente dello scrittore del Maine, e qui, in dieci episodi che conterranno vari riferimenti alla mitologia dei suoi romanzi, verranno raccontate altrettante storie. Il progetto è sviluppato da Sam Shaw & Dustin Thomason con J.J. Abrams, Ben Stephenson e Liz Glotzer come produttori esecutivi della Bad Robot Productions e Warner Bros. TV. Nel cast attori del calibro di André Holland, Melanie Lynskey, Sissy Spacek, Billy Skarsgård, Jane Levy e Scott Glenn. L’uscita su Hulu è prevista per il 2018.

Sharp Objects

Nuovo adattamento da Gillian Flynn dopo Gone Girl. Sharp Objects è una miniserie che arriverà sulla HBO in estate e che vede come protagonista Amy Adams, anche produttrice. Gli otto episodi di cui si comporrà la serie sono stati sviluppati da Marti Noxon e diretti da Jean-Marc Vallée (Big Little Lies). Sharp Objects parla di una relazione tra madre e figlia che diventa progressivamente sempre più velenosa quando Camille ritorna nella sua città natale per documentare il caso di un omicidio di due ragazze. Il caso la conduce nuovamente alla sua casa d’infanzia sotto l’occhio critico di Adora, ancora tormentata dalla morte della sorella di Camille, Amma (interpretata da Eliza Scanlen).

Maniac

Cary Fukunaga alla regia, Emma Stone, Jonah Hill e Sally Field tra i protagonisti. Ce n’è abbastanza per accendere i riflettori su questa nuova serie di Netflix. Il progetto, ispirato a una serie norvegese del 2014, è stato scritto da Patrick Sommerville. Lo show racconta quello che accade a un uomo che vive una vita fantastica nei suoi sogni ma, in realtà, è ricoverato in un istituto psichiatrico. Jonah ed Emma avranno la parte di due pazienti alle prese con problemi mentali.

Le terrificanti avventure di Sabrina

La conferma del progetto su Netflix – inizialmente era previsto per The CW – è di poche settimane fa, ma le riprese prenderanno il via già a febbraio. Questo vuol dire che la serie potrebbe debuttare già alla fine del 2018. Lo show sulla formazione della strega Sabrina Spellman avrà poco a che vedere, soprattutto come tono, con la vecchia sitcom con Melissa Joan Hart, e sarà basata sul fumetto di Archie Comics Le Terrificanti Avventure di Sabrina. Già rinnovata per una seconda stagione, sarà composta da due stagioni da dieci episodi ciascuna. A supervisionare il progetto, come previsto sin dall’inizio, il CCO di Archie Comics Roberto Aguirre-Sacasa, che sarà tra gli sceneggiatori e sarà produttore esecutivo, mentre Lee Toland Krieger (regista del pilot di Riverdale e del finale della prima stagione insieme ad altri episodi) dirigerà e produrrà a livello esecutivo insieme a Greg Berlanti, Sarah Schechter e Jon Goldwater.

The Terror

Non poteva mancare la AMC con l’adattamento, prodotto da Ridley Scott, del romanzo di Dan Simmons. I protagonisti dello show, ispirato a fatti realmente accaduti, sono gli attori Jared Harris e Tobias Menzies nel ruolo di due membri della Royal Navy che cedono alla paranoia causata dall’isolamento durante una missione pericolosa mentre sono in viaggio tra i ghiacci del Nord. L’adattamento del romanzo scritto da Dan Simmons seguirà quanto accade durante l’ultimo viaggio compiuto dal comandante sir John Franklin che nel 1845 è realmente salpato a bordo di due navi della Marina Britannica per cercare il Passaggio a Nord-Ovest. La spedizione, nel libro, viene però attaccata da un misterioso predatore che segue le navi, dando il via a una disperata lotta per la sopravvivenza.

Trust

La serie di FX muove da uno spunto simile a quello del film di Ridley Scott Tutti i soldi del mondo. Si parla infatti del rapimento di John Paul Getty III, appartenente all’importante famiglia. Il progetto di Danny Boyle debutterà a gennaio sugli schermi americani e racconterà la storia della potente famiglia. In caso di rinnovo lo show proseguirà svelando quanto accaduto negli anni successivi. Donald Sutherland interpreta il miliardario John Paul Getty. Fanno parte del cast Hilary Swank nella parte di Gail Getty, Harris Dickinson in quella del nipote del miliardario, e Brendan Fraser che sarà il detective privato ingaggiato dalla famiglia. La sceneggiatura è stata scritta da Simon Beaufoy.

Consigliati dalla redazione