Lunedì 30 aprile, Elementary tornerà per la sua sesta stagione, aprendo il sipario su una difficile situazione: il protagonita Sherlock (interpretato da Johnny Lee Miller) riceverà infatti una diagnosi preoccupante legata alle sue allucinazioni, che causerà non pochi problemi alla sua collaborazione con Joan (Lucy Liu).

“La salute di Sherlock avrà un forte impatto sul lato professionale della loro partnership e anche sul lato domestico”, ha dichiarato a TVLine il produttore esecutivo Rob Doherty. “Alla fine della scorsa stagione, vedeva qualcuno che non c’era. Stava avendo difficoltà a dormire. È difficile per qualcuno come lui fare i conti con la possibilità che possa esserci un problema in aggiunta alla sua tossicodipendenza, di cui si occupa ogni giorno. L’abbiamo visto sottoporsi a una risonanza magnetica, quindi ovviamente avremo a che fare con questo nel primo episodio di questa stagione. Vedremo che i sintomi che ha vissuto l’anno scorso sono parte di un problema molto più grande che lo influenzerà nel corso della stagione. Avremo una diagnosi nel primo episodio.”

Le ripercussioni sul lavoro con Joan saranno, come detto, piuttosto pesanti: “Condividono una casa e un lavoro, e quando uno dei partner soffre, l’altro deve farsene carico,” ha spiegato Doherty. “Vedremo qualche tensione residua e un po ‘di diffidenza all’inizio della stagione, ma vedremo anche un tentativo da parte di Sherlock di sanare la spaccatura con Joan. Alla fine della scorsa stagione, ha compiuto dei passi positivi, poiché ha fatto qualcosa che è difficile per lui e ha cercato l’aiuto di un altro professionista.”

La sesta stagione vedrà anche l’arrivo di un nuovo personaggio: Michael, interpretato da Desmond Harrington (Gossip Girl, Dexter). “Michael si avvicinerà a Sherlock durante una riunione di tossicodipendenti, e gli dirà che si sono incrociati alcune volte in altri incontri, e ha sempre trovato utile ascoltare Sherlock parlare delle sue esperienze verso la guarigione,” ha detto Doherty.

“Si avvicina a Sherlock in quello che è ancora un momento delicato. C’è ancora un po’ di tensione tra lui e Joan,” ha proseguito il produttore. “Sherlock è vulnerabile. Potrebbe non mostrarsi tale, ma le cose stanno proprio così. Quindi Michael si avvicina offrendo un aiuto a Sherlock in un momento in cui quest’ultimo ha bisogno di un po’ di aiuto e di compagnia.”

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: TV Line

Consigliati dalla redazione