La quinta stagione della serie Agents of S.H.I.E.L.D. si è conclusa con l’episodio andato in onda venerdì sera (qui la nostra recensione).
I produttori esecutivi Jed Whedon, Maurissa Tancharoen e Jeff Bell hanno commentato quanto accaduto nel season finale, ecco i dettagli:

Gli autori hanno spiegato che è complicato gestire una serie in cui i personaggi possono sempre ritornare, essendo inoltre fondato sulla storia di un personaggio riportato in vita dopo la morte. La scelta di far avere a Daisy un ruolo da leader ha portato all’avvicinamento di May e Coulson e, tenendo in considerazione l’avvicinarsi della centesima puntata, si è deciso di ritornare al concetto che il personaggio di Clark Gregg prova gratitudine per le esperienze vissute ed è consapevole che il suo tempo sta per finire. Whedon ha aggiunto che, pur amando l’agente interpretato da Clark Gregg, lo si voleva mostrare posto di fronte a rischi reali.

Nel momento in cui è stata scritta la puntata non si stava pensando alla sesta stagione, quindi si è deciso di lasciare la situazione dei personaggi affidati a Gregg, Iain de Caestecker e Ming-Na Wen un po’ ambigua, non rendendo chiaro se i personaggi ritorneranno in scena.

Coulson fa riferimento nell’episodio alla versione di Fitz che ha “congelato” nella nave spaziale di Enoch, elemento che dà quindi speranza a Simmons e ai fan pur facendo provare molte emozioni agli spettatori di fronte all’uscita di scena dell’agente.

Gli autori hanno deciso di non inserire alcun indizio legato a una potenziale sesta stagione ritenendo necessario che la storia, almeno per il momento, si concludesse a Tahiti. La scelta ha inoltre un forte impatto emotivo perché mostra due dei membri da lungo tempo del team che in un certo senso sono andati in pensione e osservano il futuro di S.H.I.E.L.D. mentre gli altri personaggi iniziano una nuova avventura.

Bell e Tancharoen hanno rivelato che bisognerà attendere per scoprire quanto accaduto a Deke.

I produttori, commentando il legame con il film Avengers: Infinity War, hanno ricordato che la Marvel ne ha anticipato l’arrivo nelle sale e sul grande schermo molti degli eventi si svolgono a Wakanda. L’epilogo del lungometraggio diretto dai fratelli Russo, invece, si svolge dopo quanto accaduto nell’ultimo episodio di Agents of S.H.I.E.L.D.. Gli eventi raccontati nelle tre puntate che pongono fine alla quinta stagione avvengono in circa 24 ore. La trama del cinecomic, invece, alimenta in un certo senso le ragioni per cui Talbot sta diventando in un certo modo. L’idea degli autori era infatti quello di mantenere la storia nel proprio mondo.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Potete rimanere aggiornati sulla serie Agents of S.H.I.E.L.D., che ritornerà sugli schermi nell’estate 2019, grazie alla nostra scheda.

Fonte: TVLine

Consigliati dalla redazione