Durante l’ATX Television Festival è stato presentato in anteprima il primo episodio della serie Sharp Objects, tratta dal romanzo scritto da Gillian Flynn e con protagoniste Amy Adams e Patricia Clarkson.
All’evento, oltre all’attrice nominata agli Oscar, hanno partecipato anche la showrunner Marti Noxon, il regista e produttore esecutivo Jean-Marc Vallée, e i produttori Jason Blum, David Levine e Pancho Mansfield.

La Flynn, durante l’incontro, ha sottolineato che ci sono moltissime storie in cui si affronta il modo in cui gli uomini gestiscono la violenza e la rabbia, ma poche con protagoniste una donna:

“Nessuno vuole sentire questo tipo di storia. Nessuno vuole sentir parlare di donne per cui non possiamo fare il tifo”.

Marti Noxon ha confermato che le storie con al centro dei personaggi femminili complicati non vengono sostenute dai produttori:

“Ho trascorso gli ultimi quattro o cinque anni a occuparmi di progetti con al centro delle donne e non venivano supportate o realizzate”.

Sharp Objects racconta infatti la storia di Camille Preaker, una reporter che ritorna nella città in cui è cresciuta per occuparsi del caso dell’omicidio di una ragazza e della scomparsa di un’altra. Cercando di mettere insieme i tasselli del proprio passato, la donna si ritrova a identificarsi un po’ troppo con le giovani vittime.

Amy Adams ha quindi parlato del regista:

“Se c’è qualcuno in grado di comprendere una donna totalmente incasinata è Jean-Marc, ma non so se lo fa realmente”.

L’attrice ha infine sottolineato che ha sempre voluto essere impegnata come produttrice esecutiva e il progetto sembrava perfetto per debuttare in questo campo professionale:

“Il romanzo è così ricco. Il monologo interiore di Camille si adatta bene a una serie televisiva ed è impossibile da catturare in un film di novanta minuti. La televisione è in una fase di rinascita. E’ un posto grandioso per raccontare delle storie, in particolare questa”.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

La serie Sharp Objects debutterà sulla tv via cavo HBO a partire dall’8 luglio.

Fonte: Deadline

Consigliati dalla redazione