Oggi, 25 luglio, prende il via negli Stati Uniti, su Hulu, l’atteso Castle Rock. Lo show, ispirato alle opere di Stephen King, è ambientato nella fittizia cittadina del Maine creata dallo scrittore, un luogo ricorrente in molte delle sue opere. La serie, prodotta da J.J. Abrams, è stata presentata al pubblico pochi giorni fa in Sala H al Comic-Con di San Diego. Noi eravamo presenti in sala e, oltre a seguire l’intera conferenza con foto e video sul nostro account Twitter, abbiamo anche potuto vedere in anteprima il primo episodio della serie.

In questo articolo trovate il nostro resoconto del panel mentre qui trovate la nostra recensione in anteprima.

Per prepararci all’arrivo della serie, ripercorriamo alcune delle storie più importanti ambientate a Castle Rock.

La zona morta

Questo classico di Stephen King è una delle prime opere dello scrittore e il primo romanzo ambientato nella città. Racconta la storia di Johnny Smith, un uomo che cade in coma dopo un grave incidente. Al suo risveglio, cinque anni dopo, scopre che molte persone vicine a lui sono cambiate o hanno intrapreso altre strade. Soprattutto scopre di avere sviluppato un potere di chiaroveggenza, una facoltà che cercherà di utilizzare per evitare una catastrofe. Dal romanzo è stato tratto l’omonimo film diretto da David Cronenberg.

Cujo

In questo thriller serrato Stephen King intrappola per quasi tutta la durata del romanzo una madre e un figlio all’interno di una macchina sotto il sole cocente. Fuori sosta ringhioso e fuori controllo un San Bernardo affetto da rabbia. Una lotta per la sopravvivenza dal finale spiazzante. Dal romanzo è stato tratto l’omonimo film del 1983 diretto da Lewis Teague.

Stagioni diverse (Il corpo)

La fine dell’estate che, come in It, coincide idealmente con la fine dell’adolescenza. In questo lungo racconto ambientato negli anni ’60 quattro amici si mettono in cammino per raggiunge il luogo dove si troverebbe il corpo senza vita di un loro coetaneo. Il loro percorso viene scandito da una serie di incontri e scontri con una gang del posto. Celebre è la trasposizione Stand By Me – Ricordo di un’estate, diretta da Rob Reiner con River Phoenix, Corey Feldman, Kiefer Sutherland e Jerry O’Connell. Sempre nella raccolta di racconti spicca Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank, dal quale è stato tratto il celebre film Le ali della libertà. Nella serie di Castle Rock sarà presente la prigione di Shawshank.

La metà oscura

A pochissima distanza da Castle Rock sorge, nell’universo kinghiano, Ludlow, già teatro degli eventi di Pet Cemetery. Un romanziere, grande classico nelle opere di King, si libera del suo pseudonimo. Questo tuttavia ritorna, fin troppo realisticamente, a compiere atti brutali contro i responsabili della propria fine. Anche in questo caso è arrivata la trasposizione cinematografica, diretta da George Romero nel 1990.

Cose preziose

Sulla copertina americana del romanzo campeggiava la scritta “l’ultima storia di Castle Rock”. E per certi versi Cose preziose, pubblicato nel 1991, rappresenta l’epilogo delle vicende ambientate nella cittadina, che in realtà poi sarebbe comparsa ancora nelle opere di King. La premessa diabolica – e faustiana – del libro vede un misterioso personaggio aprire una bottega nella città. Qui chiunque può comprare ciò che vuole a prezzi irrisori, ma il rischio potrebbe essere quello di perdere l’anima. Max von Sydow e Ed Harris sono i protagonisti della trasposizione del 1993.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Castle Rock arriverà il prossimo 25 luglio su Hulu. Trovate tutte le notizie e le recensioni della serie nella nostra scheda.

Consigliati dalla redazione