Kenya Barris, creatore di Black-ish, ha siglato un accordo in esclusiva per i prossimi tre anni con Netflix. Secondo fonti vicine alle negoziazioni, l’autore televisivo otterrà 100 milioni di dollari, ed uno status simile a quello recentemente ottenuto da Ryan Murphy e Shonda Rhimes, sempre con la piattaforma. L’accordo inoltre prevede la possibilità del rinnovo per altri due anni della collaborazione.

Barris lascia dunque ABC Studios, anche se, sempre secondo fonti interne, il suo abbandono risale ad alcuni mesi fa. I rapporti professionali con l’emittente si sarebbero incrinati in particolare in seguito alla decisione di non trasmettere un episodio di Black-ish con dei risvolti sulla contemporaneità. In particolare nella puntata il protagonista si lasciava andare a dei commenti diretti sulla figura del presidente Donald Trump.

Barris quindi non sarà più showrunner di Black-ish, pur continuando a figurare come produttore esecutivo. Stesso discorso per Grown-ish, spin-off della serie. Cindy Holland, vicepresidente della divisione contenuti originali di Netflix, ha dichiarato:

Kenya Barris è uno dei grandi storyteller moderni. Kenya usa la propria voce per rendere il pubblico maggiormente consapevole del mondo che lo circonda, facendolo ridere al tempo stesso. Il suo punto di vista originale e la sua freschezza onesta e divertente, combinata con la libertà creativa che avrà su Netflix, promettono di creare nuove storie forti per tutti i nostri utenti in giro per il mondo.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: variety