Recentemente, Joseph Fiennes ha rivelato di non aver voluto girare una scena particolarmente sconvolgente della seconda stagione di The Handmaid’s Tale. Non che il nuovo arco di episodi sia stato parco di sofferenza per i propri protagonisti, anzi: chi ha seguito la trama puntata dopo puntata avrà notato, se possibile, un livello di drammaticità ancor superiore rispetto alla prima stagione della serie Hulu. Tuttavia, secondo l’attore britannico, lo stupro di Serena Joy (Yvonne Strahovski) da parte del marito, il Comandante Fred Waterford (interpretato appunto da Fiennes), durante il loro viaggio diplomatico in Canada sarebbe stato fuori luogo.

Ora è proprio Strahovski a difendere la scelta del collega, che con la sua determinazione ha ottenuto l’eliminazione della scena dalla stagione; l’attrice australiana, già apprezzata in Dexter, ha dichiarato di essere d’accordo con la decisione del suo partner di scena. “Joe e io parliamo molto della nostra dinamica nei panni del Comandante e di Serena,” ha spiegato Strahovski. “C’è un ragionamento complesso dietro ogni nostra scelta. So che sentiva fortemente di voler girare quella scena. Non volevamo neppure togliere importanza allo stupro che sarebbe poi accaduto con Offred. Ci sembrava che sarebbe stato un po’ troppo se avesse costretto Serena a fare sesso con lui nell’albergo in Canada.”

Strahovski dice di aver lottato anche lei con certe scene in questa stagione di The Handmaid’s Tale – anche se sorprendentemente sono state quelle in cui Serena ha cercato di essere gentile. “Le scene in cui prendeva decisioni più morbide, più umane, come permettere a Janine di andare a vedere sua figlia in ospedale, [erano] difficili perché ordinariamente Serena avrebbe respinto subito la richiesta”, dice l’attrice. “Quindi, quel tipo di momenti si sono rivelati un po’ più complicati di altri.”

Per saperne di più da Strahovski – comprese le sue speranze per il suo controverso personaggio nella terza stagione e quello che i fan le dicono per strada (“escono fuori un sacco di parolacce”) – potete ascoltare l’intervista completa (che inizia dopo 21 minuti) nel podcast qui sotto.

Cosa ne pensate? Anche voi pensate che la decisione di Joseph Fiennes abbia giovato alla seconda stagione di The Handmaid’s Tale? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Entertainment Weekly

Consigliati dalla redazione