La seconda stagione di American Gods, già alle prese con qualche problema di troppo per via di tutte le vicissitudini che hanno coinvolto gli showrunner, dopo l’addio di Gillian Anderson dovrà fare a meno anche di Kristin Chenoweth.

L’attrice ha confermato la notizia a TVLine, spiegando di aver preso tale decisione anche per via della lunga amicizia che la lega all’ex showrunner Bryan Fuller, che lo scorso novembre ha abbandonato la serie a causa di divergenze creative con la Freemantle, la casa che produce lo show.

La Chenoweth ha dichiarato:

Non potrei tornare senza di lui. Non sarebbe giusto.

A dicembre l’attrice aveva raccontato che, prima dell’abbandono di Fuller, la sua partecipazione alla seconda stagione era prevista, sebbene in un determinato numero di episodi. Ma le recenti conversazioni avute con il network hanno portato da tutt’altra parte. La Chenoweth però ha solo parole gentili nei confronti dello show:

Vi dico solo questo: quelle persone sono anche la mia famiglia. È tutto venuto fuori dalla mente [dell’autore Neil] Gaiman, che è un genio.

E dopo aver specificato che vuole solo il meglio per la serie e per le persone che vi lavorano, ha aggiunto che alla fine, per lei, ciò che conta è l’amicizia che la lega a Fuller.

American Gods ritornerà prossimamente in Italia su Amazon e nel cast ci sono Ricky Whittle, Emily Browning, Yetide Badaki, Pablo Schreiber, Crispin Glover, Bruce Langley, e i nuovi arrivi Sakina Jaffrey, Dean Winters, Devery Jacobs e Kahyun Kim. Il primo episodio inedito sarà diretto da Chris Byrne.

Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie alla nostra scheda.

Fonte: TV Line

Consigliati dalla redazione