Shea Whigham, co-protagonista di Julia Roberts in Homecoming, la nuova serie di Amazon in arrivo in Italia il prossimo 2 novembre, ha rivelato di aver risparmiato alla collega un brutto incidente sul set.

In occasione della première dello show che si è tenuta ieri a Los Angeles, Whigham ha infatti chiesto a Variety: “[Julia] vi ha raccontato di come le ho salvato la vita?.”

Ecco com’è andata. I due stavano girando insieme nel corso del primo giorno di riprese, quando Whigham ha visto che un flag  — ovvero un grande parasole sostenuto da un’importante struttura metallica che si utilizza per schermare il sole — stava per cadere su di lei. Whigham ha raccontato:

Ha iniziato a svolazzare sulla sua testa, e all’epoca io non la conoscevo ancora bene, e dovetti buttarmi addosso a lei e quasi avvolgerla, cosa che apparve molto strana. La sua reazione è stata tipo ‘Ma che diavolo…’ Ma poi ha visto il flag per terra…

La Roberts, dal canto suo, ha confermato la storia:

Mi ha salvato la vita. Io dico che mi ha salvato la vita, ma se qualcuno mi mettesse alle strette e mi chiedesse ‘Ti ha salvato la vita?,’ Io direi, ‘Mi ha risparmiato almeno un viaggio in ospedale.’

Lo Showrunner e regista Sam Esmail ha raccontato di aver visto tutta la scena dal monitor, e che in un primo momento non aveva capito cosa stesse accadendo:

Stavo per urlare contro Shea. Le era praticamente saltato addosso. Ma poi ho visto il flag.

In Homecoming, che trae ispirazione dall’omonimo podcast di Gimlet Media, la Roberts ha la parte di Heidi Bergman, una donna che lavorava all’Homecoming Transitional Support Center, dove aiutava i soldati a ritornare alla vita civile. Quattro anni dopo, Heidi ha iniziato una nuova vita e si è trasferita con la madre (Sissy Spacek) e lavora come cameriera, quando un dipendente del Dipartimento della difesa (Whigham) va da lei per chiederle perché abbia lasciato il proprio lavoro, rendendosi conto che c’è un’intera storia dietro quella che lei aveva deciso di raccontare.