C’è molta attesa per l’undicesima stagione di Doctor Who, il serial fantascientifico più longevo della storia della tv, in partenza sulla BBC domenica 7 ottobre. Un’attesa dovuta soprattutto alla scelta di donare alla tredicesima incarnazione del protagonista un volto femminile, quello dell’attrice di Broadchurch Jodie Whittaker, cosa mai successa in oltre cinquant’anni di trasmissione.

Stando alle parole del nuovo showrunner Chris Chibnall, questa “rivoluzione” è però soltanto uno dei grandi cambiamenti che verranno messi in atto nel corso dei nuovi episodi, che possono essere a tutti gli effetti considerati un perfetto punto di partenza per chi non si è mai avvicinato alla serie.

Per questo motivo, noi di BadTV.it abbiamo deciso di fornivi una pratica guida contenente tutto quello che dovete sapere per approcciarvi al meglio al mondo di Doctor Who e non arrivare impreparati all’appuntamento con l’undicesima stagione.

Piacere, sono il Dottore!

Doctor Who ruota attorno alle avventure di un alieno noto come il Dottore, la cui missione è quella di proteggere l’Universo da alterazioni temporali e minacce di ogni tipo. Oltre ad avere due cuori, come tutti i Signori del Tempo – questa la razza extraterrestre a cui appartiene – alla propria morte è in grado di rigenerarsi, assumendo di volta in volta un aspetto sempre diverso ma mantenendo intatti i ricordi.

Per spostarsi da un’era all’altra il Dottore utilizza quella che è a tutti gli effetti la sua casa, un’astronave in grado di cambiare forma e dimensione che prende il nome di TARDIS, acronimo di “Time And Relative Dimension In Space”. A causa di un malfunzionamento del sistema di mimetizzazione, il suo TARDIS ha assunto in maniera permanente l’aspetto di una cabina telefonica blu della polizia britannica, rendendolo così molto più grande all’interno che all’esterno.

Cambio di guardia

L’undicesima stagione dell’era moderna di Doctor Who, iniziata con il rilancio del 2005, vuole essere un netto cambio di rotta rispetto a quanto visto gli anni scorsi, nonché un’ideale porta d’ingresso per nuovi spettatori. A facilitare questo processo è il cambio di guardia avvenuto in zona showrunner.

A Steven Moffat, che ha curato le ultime sei stagioni della serie, è infatti subentrato il creatore di Broadchurch Chris Chibnall, che si è detto intenzionato a rendere Doctor Who in grado di competere alla pari con le produzioni delle grandi piattaforme di streaming come Netflix.

Assieme a un cast totalmente inedito e all’impiego di effetti speciali di ultima generazione, per la prima volta dal rilancio lo show avrà inoltre un nuovo compositore, il giovane Segun Akinola, chiamato a curare la colonna sonora dei singoli episodi e infondere nuova vita al leggendario tema musicale della serie.

Un Dottore… Donna!

Le prime dodici rigenerazioni del Dottore sono tutte state interpretate da attori uomini, portando così gli spettatori a pensare che questo processo permettesse ai Signori del Tempo di cambiare aspetto ma non sesso. Questo concetto è stato sfatato con l’introduzione di Missy, rigenerazione al femminile dell’acerrimo rivale del protagonista, il Maestro, che ha di fatto aperto le porte all’introduzione di un Dottore donna.

Ecco dunque che a interpretare l’iconico extraterrestre nell’undicesima stagione dello show troveremo l’attrice di Broadchurch Jodie Whittaker, a cui è stato affidato il difficile compito di succedere all’amatissimo Peter Capaldi e presentare quest’inedita versione del personaggio.

Compagni di viaggio

Benché inizialmente riluttante, il Dottore finisce sempre col farsi accompagnare da qualcuno nei suoi viaggi nel tempo e nello spazio, individui che prendono il nome di “Compagni”.

Se negli ultimi anni questo ruolo è stato ricoperto prevalentemente da un solo personaggio, nell’undicesima stagione il Signore del Tempo potrà far affidamento su ben tre persone: Yasmin (Mandip Gill), Ryan (Tosin Cole) e Graham (Bradley Walsh). Ancora non ci è dato sapere quale sia la loro storia o come il Dottore li recluterà per le sue avventure, anche se per scoprirlo non dovremmo aspettare molto visto che queste informazioni dovrebbero già emergere durante la season premiere, dal titolo The Woman Who Fell To Earth.

Nemici e avversari

In oltre cinquant’anni di storia dello show, il Dottore si è scontrato con una grande varietà di avversari. Tra questi, assieme al già citato Maestro, quelli con cui si è trovato più volte faccia a faccia sono i Cyberman, inarrestabili uomini robot, e i Dalek, razza aliena in eterno conflitto con i Signori del Tempo il cui unico scopo è quello di sterminare chiunque si trovi sul suo cammino.

Stando alle parole del nuovo showrunner Chris Chibnall, nell’undicesima stagione di Doctor Who non dovremmo però incontrare nessuno dei nemici classici del Dottore, una scelta in linea con l’intenzione di rilanciare il prodotto e renderlo facilmente fruibile anche ai nuovi arrivati.

La nuova stagione di Doctor Who, con showrunner Chris Chibnall, debutterà sulla BBC il 7 ottobre. Potete rimanere aggiornati grazie alla nostra scheda.

Consigliati dalla redazione