Chi ha già visto la prima stagione di Le terrificanti avventure di Sabrina sa che l’anno di ambientazione dello show è abbastanza vago. Si tratta chiaramente di un’ambientazione contemporanea, come testimoniato dalla presenza di cellulari e computer, ma al tempo stesso la serie ha uno stile che guarda al passato, sia con i telefoni di casa che con i modelli d’auto. C’è un riferimento allo stile di Riverdale, la serie The CW che viene anche citata nello show, ma c’è anche qualcosa in più dietro la scelta.

Eonline è entrato in contatto con lo showrunner Roberto Aguirre-Sacasa, per scoprire le ragioni dietro la scelta. Ecco cosa ha dichiarato l’autore televisivo:

Originariamente avevamo pensato di ambientare la serie negli anni ’60, che è quando il fumetto di Sabrina è uscito per la prima volta, e ci piaceva l’idea di problematiche di quegli anni che avremmo potuto esplorare: femminismo, diritti civili, Charles Manson, Woodstock, il primo uomo sulla Luna. C’erano delle cose che pensavamo sarebbe stato interessante avere come retroscena dal punto di vista tematico.

A far cambiare idea ha contribuito anche un incontro con la responsabile di Netflix Cindy Holland. In particolare lo showrunner ha dichiarato di aver capito che anche il 2018 era pieno di temi da esplorare con lo show, soprattutto in termini di femminismo. Ecco quali sono state le indicazioni ricevute:

La crescita delle donne, la loro sessualità, il fatto di poter avere il controllo del loro corpo, sono tutte cose che stanno accadendo adesso. Ambientalo al giorno d’oggi. Noi stiamo combattendo ora queste battaglie, e tutti questi diritti sono in gioco oggi, non c’è bisogno di ambientarlo negli anni ’60.

E d’altra parte sono stati sempre i produttori di Netflix a incoraggiarlo a mantenere quello sguardo retrò sullo stile di Riverdale.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Le Terrificanti Avventure di Sabrina, l’adattamento della storia della giovane strega che vive a Greendale, ritornerà prossimamente su Netflix con una seconda stagione. Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: Eonline

Consigliati dalla redazione