La seconda stagione di American Gods si profila come molto turbolenta, dopo che gli showrunner Bryan Fuller e Michael Green sono stati licenziati durante la produzione. Anche se non è mai stata data una motivazione ufficiale, le voci abbondano sul fatto che Starz stesse cercando di tagliare il budget per la serie e ciò abbia logicamente causato scontri con Fuller e Green. A conferma di ciò, Fuller ha condiviso su Twitter (in un tweet ora cancellato) parte della sua visione per la seconda stagione. Ecco quanto aveva scritto:

Io e Michael Green non abbiamo mai abbandonato American Gods. Ci siamo dedicati a fare il cast, a creare la stagione, a scrivere 5 episodi, a immaginare anche Media come Mister Rogers e la principessa Leia. Stavamo riducendo la portata del progetto a causa di una drastica riduzione del budget quando siamo stati licenziati.

Anche Gillian Anderson, a.k.a. la dea Media, ha lasciato lo show e sarebbe apparsa quindi nei panni dell’iconica Principessa Leia Organa di Star Wars. Oltre a questo, la serie avrebbe anche reso omaggio a Mister Rogers, celebre personaggio televisivo protagonista del programma educativo per l’infanzia Mister Rogers’ Neighborhood. Questi omaggi sarebbero stati perfetti, dato che Leia e Mister Rogers avevano avuto un fortissimo impatto sulla cultura pop di cui Media è nume tutelare. Nel 2017, Fuller ha citato Leia come uno dei suoi personaggi preferiti di tutti i tempi dopo che un fan ha accennato a quanto sarebbe stato bello vedere Media come Leia.

Sarà interessante vedere come sarà la nuova stagione senza l’apporto creativo di Fuller e Green. Kahyun Kim è subentrata ad Anderson nel ruolo di Media. Anche lo show-runner che è stato portato in sostituzione di Fuller e Green, Jesse Alexander, ha lasciato la serie; American Gods è ora sotto l’occhio vigile dell’autore del libro originario, Neil Gaiman.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Nerdist

Consigliati dalla redazione