Ricordate il poster ispirato a Game of Thrones che il presidente Donald Trump aveva twittato a novembre? Ebbene, la storia sembra non essere finita.

I giornalisti hanno postato su Twitter le foto di una riunione di gabinetto della Casa Bianca che includeva il manifesto di “Sanctions Are Coming” sul tavolo. Vedere per credere:

Il fake poster era stato usato da Trump per annunciare sanzioni contro l’Iran. All’epoca, la reazione da parte della HBO fu piuttosto dura: “Non eravamo a conoscenza di questo messaggio e preferiremmo che il nostro marchio non venisse impropriamente utilizzato per fini politici.”

Questa nuova foto testimonia come qualcuno, alla Casa Bianca, abbia preso l’immagine e sia arrivato a stamparla fisicamente, posizionando il poster in bella vista durante una riunione ufficiale.

A novembre, la star di Game of Thrones Maisie Williams ha commentato su Twitter con una risposta al poster: “Non oggi”, alludendo alla famosa lezione imparata dal suo personaggio Arya Stark grazie al maestro di spada Syrio Forel su ciò che dovremmo dire di fronte alla morte.

Sophie Turner, che interpreta Sansa Stark, ha semplicemente scritto “Ew”, esclamazione inglese che indica un certo grado di disgusto.

Il National Iranian-American Council, un’organizzazione che cerca di promuovere migliori relazioni tra Stati Uniti e Iran, ha commentato così il gesto del presidente: “Donald Trump è un autentico White Walker, terrorista, guerrafondaio e promotore di divisioni al mero fine del guadagno politico.”

In precedenza, l’autore di Game of Thrones George R. R. Martin aveva dichiarato che Trump gli ricordava l’immaturo e sadico re criminale Joffrey Baratheon.

“Penso che Joffrey stia regnando al momento in America”, ha detto Martin l’anno scorso. “Ed è cresciuto petulante e irrazionale come quando aveva 13 anni nei libri.”

L’ultima stagione di Game of Thrones debutterà il prossimo aprile sulla HBO.

Fonte: Entertainment Weekly