Sapevamo già che la produzione dei dodici episodi finali di Homeland, al via il prossimo mese, avverrà in Marocco, ambientazione che richiamava la quarta stagione dello show. E adesso la notizia che annuncia il ritorno nel cast di Nimrat Kaur e Numan Acar che, con i rispettivi ruoli, ebbero una certa importanza proprio nella suddetta, non fa che alimentare l’idea che gli eventi che avranno compito di dare una chiusura allo show si ricondurranno a essa.

Lo show, infatti, tornerà a raccontare le avventure di Carrie Mathison (Claire Danes) fuori dagli Stati Uniti dopo due stagioni interamente ambientate in patria (la sesta stagione a New York City e la settima nell’area di Washington D.C.). Inizialmente, l’ottava stagione avrebbe dovuto essere ambientata in Israele. L’anno scorso, lo showrunner Alex Gansa aveva anticipato a Entertainment Weekly che avrebbero voluto raccontare una storia ambientata esclusivamente in Israele. In quell’occasione, Gansa rivelò che l’ultimo capitolo avrebbe rappresentato un nuovo inizio e che ci sarebbe stato un bel salto temporale in seguito agli eventi della settima stagione.

Kaur e Acar torneranno a essere — rispettivamente — Tasneem Qureshi, un membro dell’intelligence pakistana, e Haissam Haqqani, un leader talebano. Al momento non si hanno dettagli sulla storia che verrà affrontata negli ultimi episodi dello show, ma alcune indiscrezioni indicano che dovrebbe essere ambientata interamente o parzialmente in Pakistan/Afghanistan.

La messa in onda dell’ottava e ultima stagione di Homeland è prevista per giugno.

Tutte le notizie sulla serie sono disponibili nella nostra scheda.

Fonte: Deadline

Consigliati dalla redazione