Netflix ha annunciato che il suo numero di abbonati è cresciuto arrivando a 139 milioni di tutto il mondo, con aumento di 1.53 milioni negli Stati Uniti e 7.31 milioni a livello internazionale per un totale di 8.84 milioni, ovvero un +26%.
Le previsioni degli esperti della piattaforma sostengono inoltre che nei primi tre mesi del 2019 ci sarà un’ulteriore crescita stimata in 8.9 milioni di abbonati, suddivisi in 1.6 negli Stati Uniti e 7.3 all’estero.

Le cifre guadagnate dal servizio negli ultimi tre mesi del 2018 hanno segnato un positivo +27%, pari a 4.19 miliardi di dollari, cifra leggermente inferiore rispetto al previsto +30%.

Recentemente Netflix ha annunciato che negli Stati Uniti aumenteranno i costi mensili degli abbonamenti di 2 dollari.

Gli attuali investimenti destinati alla produzione di contenuti originali è di circa 8 miliardi di dollari. L’accoglienza da parte degli utenti sembra però positiva, tenendo conto del successo di Bird Box e You, mentre Sex Education sembra sia destinata a essere stata visualizzata in 40 milioni di case al termine del primo mese di permanenza in catalogo.

Ted Sarandos ha svelato che la scelta di diffondere le informazioni relative ai dati di ascolto è utile a spiegare a livello culturale l’apprezzamento per la programmazione, non solo per sottolineare gli elementi legati agli aspetti economici.
L’obiettivo del servizio rimane comunque quello di distribuire dei titoli di alta qualità e mantenere l’entusiasmo degli utenti con degli incredibili contenuti originali.
La concorrenza, destinata ad aumentare con i servizi che verranno lanciati da Disney e NBCUniversal, non sembra inoltre preoccupare i responsabili di Netflix.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: The Hollywood Reporter

Consigliati dalla redazione