Mentre sui social ha preso il via la campagna promozionale del Signore degli Anelli, Jennifer Salke, capo di Amazon Studios, ha parlato della situazione attuale della serie. Lo ha fatto nel corso di una lunga intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, che ha toccato vari temi legati allo sviluppo dei progetti per la piattaforma Prime. Inevitabilmente, il discorso è caduto anche su quello che probabilmente è il progetto più atteso in assoluto, la trasposizione degli scritti di Tolkien.

Ecco cosa ha dichiarato, a metà tra il serio e l’ironico, Jennifer Salke in risposta ad una domanda:

Cosa puoi dirci a proposito della serie del Signore degli Anelli?

C’è una fantastica stanza degli sceneggiatori che è al lavoro, chiusa a chiave. Stanno già producendo del materiale molto emozionante. Si trovano a Santa Monica. Per arrivarci bisogna passare attraverso varie autorizzazioni, e tutte le loro finestre sono sigillate. C’è una guardia della sicurezza che si trova all’esterno, e bisogna usare le impronte digitali per poter entrare, perché tutto il gruppo sta lavorando sull’intera stagione.

Le riprese della prima delle previste cinque stagioni (più un potenziale spinoff) dovrebbero iniziare quest’anno, con una messa in onda nel 2020, o forse addirittura nel 2021, su Amazon Prime Video.

L’accordo con la Tolkien Estate, la HarperCollins e la New Line Cinema, ottenuto da Amazon per 250 milioni di dollari, prevede che il colosso del reail online avvii la produzione entro due anni. Quanto ai costi, il preventivato budget di 500 milioni di dollari è destinato a raddoppiare, almeno secondo le stime, e quindi ad arrivare a un miliardo.

Gli sceneggiatori della serie saranno JD Payne Patrick McKay (Jungle Cruise).

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: THR

Consigliati dalla redazione