Sembra che la promozione della serie del Signore degli Anelli prodotta da Amazon Prime sia ufficialmente iniziata. Amazon non si è limitata ad aprire gli account social della serie, ma ha anche pubblicato una mappa, citando prima di tutto il Professore:

E pubblicando, ieri, una mappa della Terra di Mezzo consultabile e scaricabile in alta risoluzione a questo link:

La mappa non ha alcun testo, né nomi di aree o zone o catene montuose, e ha da subito gettato nel panico i fan dei romanzi di Tolkien dando adito a numerose speculazioni. Il motivo è presto detto: non si tratta della mappa ufficiale del Signore degli Anelli, quella presente nel romanzo e mostrata nei film di Peter Jackson (una versione interattiva è disponibile su questo sito), ma si estende molto più a est, includendo una catena montuosa oltre il mare di Rhûn, un lago salato all’estremo est del quale sappiamo che si trovano gli Orocarni o Montagne Rosse nelle quali nei tempi remoti potrebbero essersi risvegliate quattro delle Sette Case dei Nani.

Si tratta di una catena montuosa che non è mai stata inclusa in nessuna delle mappe presenti nelle varie edizioni del Signore degli Anelli. Uno schizzo è invece presente nel quarto volume della History of Middle Earth, la raccolta di dodici volumi più un indice che analizza i materiali relativi alla Terra di Mezzo compilati ed editati da Christopher Tolkien, figlio di J.R.R. Tolkien. Le Red Mountains sono infatti presenti nelle mappe Ambarkanta poi raccolte appunto nel volume The Shaping of Middle Earth.

La cosa è particolamente curiosa, perché sebbene fin dall’inizio fosse stato detto che l’accordo tra Amazon e la Tolkien Estate avrebbe portato sullo schermo “storie inesplorate e basate sugli scritti originali di J.R.R. Tolkien […] che precedono l’opera di J.R.R. Tolkien Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello”, si pensava che i diritti non includessero i volumi della History of Middle Earth.

Una certezza è che, mancando il Beleriand, la serie sarà comunque ambientata dopo la Prima Era.

La totale assenza di testi nella mappa di Amazon lascia immaginare che si stia cercando di solleticare i fan con ipotesi e speculazioni, e che presto verrà rivelato qualcosa di più specifico. Tra le ipotesi più accreditate, torna a farsi sentire l’idea che la prima stagione della serie sia incentrata sui viaggi di un giovane Aragorn: nelle appendici del Signore degli Anelli infatti si menziona il fatto che il giovane dunedain, cresciuto a Gran Burrone come Estel e diventato poi capitano dei Dunedain del Nord, viaggiò molto anche in quelle aree.

Un altro indizio riguarda infine il testo con cui Amazon ha condiviso la mappa (“Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende”), che lascia intendere la presenza degli elfi nella serie e un collegamento diretto ai versi dell’Anello e alle sue stesse origini.

Insomma, di materiale per scervellarsi ce n’è…

Le riprese della prima delle previste cinque stagioni (più un potenziale spinoff) dovrebbero iniziare quest’anno, con una messa in onda nel 2020, o forse addirittura nel 2021, su Amazon Prime Video.

L’accordo con la Tolkien Estate, la HarperCollins e la New Line Cinema, ottenuto da Amazon per 250 milioni di dollari, prevede che il colosso del reail online avvii la produzione entro due anni. Quanto ai costi, il preventivato budget di 500 milioni di dollari è destinato a raddoppiare, almeno secondo le stime, e quindi ad arrivare a un miliardo.

Gli sceneggiatori della serie saranno JD Payne Patrick McKay (Jungle Cruise).

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

 

Consigliati dalla redazione