In previsione del suo personale reboot del franchise di Ai confini della realtà, lo showrunner Jordan Peele consiglia di guardare questi tre episodi della serie originale. In merito all’imminente riavvio della serie di fantascienza antologica per CBS All Access, Peele ha rilasciato un’intervista a EW in cui ha citato le puntate che preferisce dell’iconico show di Rod Serling.

La prima che ha citato è Servire l’uomo: una specie aliena avanzata invade la Terra per… rendere tutto migliore? “Penso che Servire l’uomo racchiuda la quintessenza di Ai confini della realtà“, dice Peele. “È perfetta. Ha tutto.” Compreso uno dei migliori colpi di scena dell’intera serie.

Peele ha poi parlato di La Bambola Vivente: una ragazzina con un patrigno prevaricatore (interpretato da Telly Savalas) ottiene il giocattolo che ha sempre desiderato, ma la bambola Tina ha una mente tutta sua. “È uno dei miei preferiti”, dice Peele. “Contiene una storia sul consumismo, sull’unicità dei giocattoli. Ma nella sua essenza, è una grande storia dell’orrore.” La puntata è anche un coinvolgente melodramma familiare in cui il patrigno di Savalas è probabilmente più spaventoso della bambola stregata. Si noti che il nome della madre è familiare ai fan di questo genere: Annabelle.

L’ultimo episodio menzionato da Peele è Immagine allo specchio: una donna (Vera Miles) alla fermata dell’autobus è ossessionata dall’apparizione di un misterioso doppelgänger. A quanto pare, si tratta di una fonte d’ispirazione piuttosto forte per l’ultimo horror firmato da Peele, Us.

“Questi sono i miei tre preferiti”, dice Peele. “Sono molto spaventosi e cupi.” Anche Simon Kinberg, produttore esecutivo del remake di Ai confini della realtà, ha alcune raccomandazioni: l’originale Terrore ad alta quota, interpretato da William Shatner, l’angosciante Mostri in Maple Street e poi il cult Tempo di leggere, interpretato da Burgess Meredith nel ruolo di un impiegato di banca ossessionato dalla lettura.

“La performance di Meredith è davvero straordinaria, e il colpo di scena finale il meglio che si possa pretendere”, dice Kinberg. “La cosa interessante di questo episodio è che è un buon esempio di una storia che riguarda solo il personaggio. Non si tratta di società o giustizia sociale. Ci sono un sacco di episodi che abbiamo, anche nella nostra prima stagione, che sono molto simili a questo – solo un’esplorazione della lotta di un personaggio nel mondo, o la lotta con se stesso, con una scoperta e un tocco ironico verso la fine.”

Ai confini della realtà debutterà il 1 aprile su CBS All Access.

Fonte: Entertainment Weekly

Consigliati dalla redazione