Con la pubblicazione del quarto aggiornamento della mappa della serie tv del Signore degli Anelli di ieri abbiamo desunto che oggi ci sarebbe stato un ultimo, grande aggiornamento e così è stato.

Amazon ha infatti pubblicato la mappa completa che potete consultare a questo indirizzo. A breve aggiorneremo l’articolo con tutti i dettagli!

Come previsto, l’ultimo aggiornamento sui social contiene gli ultimi tre versi dell’Anello:

«Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle loro rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l’Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra,
Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli.
Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra cupa scende.»

 

LA MAPPA DEFINITIVA

Se le prime quattro versioni della mappa erano, in sostanza, la stessa mappa con l’aggiunta di volta in volta di più località e nomi, questa versione definitiva è proprio diversa: stilisticamente è molto più illustrata, nell’Eriador per esempio sono presenti molte più foreste, gli Orocarni a est si spingono molto più a sud fino alla regione di Khand. È anche molto più ampia, e include nientemeno che Númenor a ovest in mezzo al mare.

Presenta anche delle variazioni rispetto alle versioni precedenti della mappa. Sono infatti sparite località come Fornost, Minas Anor, Orgiliath e Minas Ithil, Orthanc, l’Orodruin e Barad-Dur, gli Emyn Beraid, Amon Sûl, Imladris, Moria. Curiosamente, poi, Lothlorien nelle versioni precedenti si chiamava Laurelindórinan, ora invece si chiama Lórinand. Questo fatto ci aiuta a collocare meglio a livello temporale questa “nuova” mappa: Lorien si chiamava Lórinand ai tempi di Amdír, re degli Elfi durante la Seconda Era che perì dopo la battaglia di Dagorlad (combattuta dall’Ultima Alleanza), nelle Paludi Morte.

I NOMI AGGIUNTI

  • Men-i-Naugrim (la strada attraverso il Bosco Atro)
  • Eryn Vorn (il Bosco Scuro, il grande capo sulla costa di Minhiriath a sud della foce del Baranduin)
  • Harnen (fiume a sud di Gondor)
  • Belegaer (il mare di Arda a ovest della Terra di Mezzo)
  • Tol Himling (il nome originario di Himring, l’isola che rimase sopra le acque dopo l’inabissamento del Beleriand durante la Guerra d’Ira. Nelle mappe originali del Signore degli Anelli si chiamava appunto Himling, poi cambiato in Himring nel Silmarillion)
  • Tol Fuin (l’Isola della Notte, l’isola che rimase dall’inabissamento del Dorthonion)
  • Tol Morwen (l’isola a est di Tol Fuin)

NÚMENOR

Infine c’è l’intera isola di Númenor, l'”atlantide” di Arda, creata dai Valar all’inizio della Seconda Era facendola sorgere da Belegaer a metà tra Valinor e la Terra di Mezzo e che venne donata agli Edain (gli umani) che avevano combattuto contro Morgoth nella Prima Era. Dopo la loro migrazione, gli Edain presero il nome di Númenóreani o Dúnedain (gli Edain dell’Ovest). Dedicheremo a Númenor uno speciale, intanto ecco l’elenco delle località inserite nella mappa di Númenor:

  • Forostar, Andustar, Hyarnustar, Hyarrostar e Orrostar: le cinque penisole dell’isola di Númenor, che ha una forma di stella
  • Mittalmar: l’entroterra di Númenor
  • Rómenna: la città più popolosa dell’isola, con il porto principale
  • Armenelos: la città dei Re, capitale di Númenor
  • Eldalondë: porto a ovest dell’isola

 

 

COSA SIGNIFICA TUTTO QUESTO?

È ancora presto per dirlo, ma l’impressione è che dopo aver fatto aumentare l’hype con i primi quattro aggiornamenti, Amazon abbia deciso di inquadrare “storicamente” in maniera definitiva la mappa della sua serie tv ambientandola nella Seconda Era, prima che i numenoreani arrivassero stabilmente nella Terra di Mezzo (che è molto più boscosa e non include insediamenti come Imladris e Gondor). Insomma, la Terra di Mezzo è ancora dominata dagli Elfi (e infatti i nomi sono in Sindarin), Galadriel e Celeborn sono ancora a Ost-in-Edhil prima di spostarsi a Lórien a est delle Montagne Nebbiose.

Il vero dubbio è: questa mappa definitiva è relativa alla prima stagione o alle intere cinque stagioni? La nostra ipotesi è che sia relativa alla prima stagione della serie. Nel linkare la mappa ufficiale, Amazon ha aggiunto la frase “Benvenuti nella Seconda Era”: l’idea è che si parta con la storia degli Elfi nella Terra di Mezzo e della fondazione di Númenor, si prosegua con la sua Caduta, la creazione degli Anelli del Potere per arrivare all’Ultima Alleanza tra Uomini ed Elfi. La prima stagione, in particolare, potrebbe essere incentrata sugli Elfi della Terra di Mezzo (Celebrimbor e figure come Galadriel e Sauron) e la forgiatura degli Anelli, e su Numenor (con figure come Elros).

In molti speculano sulla possibilità che Amazon abbia opzionato altro materiale della Tolkien Estate oltre ai diritti del Signore degli Anelli, ma va sottolineato che sostanzialmente tutto il materiale di cui stiamo parlando è incluso nelle Appendici. Se si trattasse davvero della storia della Caduta di Numenor e dell’Ultima Alleanza, sarebbe effettivamente il “prequel” dedicato alla “storia inesplorata” prima della Compagnia dell’Anello cui accennava il primo comunicato di Amazon. Nel prologo del Signore degli Anelli di Peter Jackson assistiamo ad alcuni momenti dell’Ultima Alleanza, la battaglia in cui Isildur mozzò le dita a Sauron privandolo dell’Unico Anello.

Vi terremo aggiornati!

***

Le riprese della prima delle previste cinque stagioni (più un potenziale spinoff) dovrebbero iniziare quest’anno, con una messa in onda nel 2020, o forse addirittura nel 2021, su Amazon Prime Video.

L’accordo con la Tolkien Estate, la HarperCollins e la New Line Cinema, ottenuto da Amazon per 250 milioni di dollari, prevede che il colosso del reail online avvii la produzione entro due anni. Quanto ai costi, il preventivato budget di 500 milioni di dollari è destinato a raddoppiare, almeno secondo le stime, e quindi ad arrivare a un miliardo.

Gli sceneggiatori della serie saranno JD Payne Patrick McKay (Jungle Cruise).

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Consigliati dalla redazione