Netflix ha negato che il diverso ordine con cui vengono presentati gli episodi della serie Love, Death & Robots (qui la nostra recensione dello show animato) sia legato alla sessualità degli utenti.
La teoria era stata sostenuta da Lukas Thoms, cofondatore di Out in Tech, che aveva condiviso su Twitter alcuni screenshot della playlist, evidenziando così che l’ordine delle puntate varia in base all’account e dichiarando che queste differenze sembra siano legate alla sessualità dello spettatore. Gli stessi cambiamenti sarebbero avvenuti con la terza stagione dello show Queer Eye.

Netflix ha però voluto porre fine alle supposizioni dichiarando:

Non abbiamo mai avuto uno show come Love, Death & Robots prima di questo momento, quindi stiamo cercando di fare qualcosa di completamente nuovo: presentare quattro diversi ordini degli episodi. La versione che vi è stata mostrata non ha nulla a che fare con il genere, l’etnia o l’identità sessuale, informazioni di cui non siamo in possesso.

La società possiede però dei dati utili a creare il profilo dei propri utenti e online non sono mancate le critiche per la dichiarazione pubblicata online.
L’obiettivo di Netflix, come confermato anche al sito Tech Crunch, è però quello di compiere degli esperimenti per capire quali combinazioni sono più efficaci tra i propri utenti e capire in che modo valorizzare i contenuti proposti dalla serie antologica.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: TVLine