Il cast di Parks and Recreation, una delle serie comedy più amate della TV, si è riunito al PaleyFest di Los Angeles giovedì per celebrare il decimo anniversario dello show e rivivere le migliori battute; oltre, naturalmente, a rispondere alle domande in merito a un eventuale revival nel futuro prossimo.

Il panel è stato moderato da Patton Oswalt, che è apparso in modo memorabile nella serie della NBC, e ha visto la partecipazione del creatore dello show Michael Schur e delle star Amy Poehler (Leslie Knope), Nick Offerman (Ron Swanson), Rashida Jones (Ann Perkins), Chris Pratt (Andy Dwyer ), Adam Scott (Ben Wyatt), Aubrey Plaza (April Ludgate), Aziz Ansari (Tom Haverford), Rob Lowe (Chris Traeger), Retta (Donna Meagle) e Jim O’Heir (Jerry Gergich).

Mentre il cast era più che felice di parlare dei grandi momenti che hanno avuto nello show, Poehler ha ammesso che siamo in un clima politico attuale in cui le persone desiderano ancora l’eterno ottimismo del suo personaggio.

“Qualcuno mi ha chiesto ‘Abbiamo bisogno di Leslie Knope adesso?’ È un po ‘come l’Uomo Ragno del servizio pubblico, sembra un po’ come se stessimo guardando il cielo chiedendoci, “Leslie, dove sei?!”, ha detto l’attrice. “Mi piacerebbe tanto che lei fosse nei paraggi, ma non credo che potrebbe andare in giro e avere accesso alla Casa Bianca.”

È inquietante quanto Parks and Recreation sia riuscito a prevedere il futuro: ha predetto la vittoria dei Chicago Cubs e la partecipazione di Chris Pratt a Jurassic World mezzo decennio prima della conferma ufficiale. Ma ci sono stati anche alcuni tristi eventi del mondo reale che sembravano essere usciti dall’universo della serie – come il Fyre Festival, il festival musicale che ha truffato centinaia di persone.

“Sembra che Mike e gli sceneggiatori abbiano escogitato qualcosa: Tom e Jean-Ralphio [sicuramente sarebbero andati al Fyre Festival]”, ha detto Ansari. “L’altro giorno stavo leggendo dello scandalo delle ammissioni al college e dicevo: ‘Quello è un po’ di Eagleton…'”

Nonostante queste oscure rivelazioni, la famiglia di Parks and Recreation è felice di aver avuto la possibilità di creare un universo così espansivo, che ha creato ricordi che sono ancora ritwittati dai fan ogni giorno.

“Sicuramente non sapevamo che avremmo potuto espanderlo fino a questo livello. Pensavamo che saremmo stati cancellati immediatamente… Volevamo creare un universo e che i nostri protagonisti potessero esplorarlo. Non abbiamo mai pensato che sarebbe durato per sette anni e avremmo potuto farlo”, ha detto Schur. “Il fatto che lo show sia rimasto in vita abbastanza a lungo da permetterci di arrivare a quel punto è come il sogno di una pazza febbre.”

In merito a un possibile revival infine, ecco quanto dichiarato dal creatore: “Vorrei solo dire che tutti su questo palco, nonché altre sei persone, dovrebbero sentire che c’è una storia che vale la pena raccontare”, ha detto Schur. “Non c’è niente che abbia amato più di lavorare a questo show, mi sembrava la cosa più importante che avrei mai fatto, quindi mai dire mai… [ma] non voglio farlo tanto per farlo.”

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: TV Guide

Consigliati dalla redazione