Rupert Wyatt, regista di L’alba del pianeta delle scimmie, era inizialmente legato come regista alla realizzazione della serie tratta da Halo, ma ha in seguito lasciato il progetto. Nel corso di un’intervista ha spiegato le motivazioni della decisione. In poche parole, la decisione è stata provocata da conflitti nell’agenda professionale, ma anche dal ruolo di regista di Wyatt, che non gli avrebbe permesso di ottenere quella libertà che invece avrebbe avuto come showrunner.

Ecco cosa ha dichiarato:

Quando sono stato coinvolto, sapevo molto poco di Halo, così come sapevo molto poco su Il pianeta delle scimmie quando ero stato coinvolto, e così mi sono immerso nella mitologia e ho iniziato a rendermi conto di quanta letteratura incredibile ci fosse e di quanta profondità della narrazione, e tutto ciò è mi è cresciuto dentro.  C’era una base incredibile per costruire la storia, la narrazione, era sensazionale, ero molto emozionato. In breve, penso che se mi fossi imbattuto da una precedente prospettiva dalla sua realizzazione, forse sarebbe andata diversamente, ma da regista di uno show televisivo è piuttosto difficile diventare l’architetto creativo di quello show. Penso che in un certo senso non lo sarei mai stato, e va bene perché ci sono davvero molte persone di talento coinvolte in quello show che stanno facendo quel particolare lavoro.

Era chiaro che ci sarebbe voluto più tempo necessario, sto parlando di alcuni mesi se non anni, per allinearsi. Come probabilmente sapete lo show è enormemente ambizioso, quindi il budget ha davvero bisogno di allinearsi con le sceneggiature. E stavamo ancora lavorando su questo, ma alla fine non era sotto il mio controllo la possibilità di trovare quell’allineamento. Quindi c’era la scelta fatta da Showtime che era essenzialmente quella di spingere per certe cose, e se fossi stato lo showrunner sarei rimasto in quel viaggio per due o tre anni, ma come regista di un numero finito di episodi, ci sono altre cose che voglio davvero fare. Quindi ero molto triste di andarmene, ma fondamentalmente non era all’interno del tipo di lavoro per il quale mi ero legato all’inizio.

Halo arriverà sugli schermi televisivi con una serie tv prodotta da Showtime e alla regia ci sarà Otto Bathurst, già autore di alcuni episodi di Black Mirror e Peaky Blinders e attualmente al lavoro sull’adattamento per il piccolo schermo di Queste oscure materie.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: collider

Consigliati dalla redazione