Woody Harrelson, produttore di True Detective e protagonista della prima stagione, ha avuto modo di ripensare al suo coinvolgimento nel progetto. Nel corso di un’intervista, ha anche speso alcune parole sulla seconda e terza stagione della serie.

Ecco cosa ha dichiarato, iniziando dal suo coinvolgimento nello show:

È stato fantastico, perché non avevo fatto molta televisione dopo aver partecipato a Cheers. Avevo fatto qualcosa come sette episodi per Will & Grace. Non volevo fare televisione. Ma in effetti non era televisione, era la HBO. Quindi mi sono sentito fortunato. E poi, sapete, sono rimasto deluso dalla seconda stagione, che non era buona come la prima. Ma ora c’è la terza stagione, di cui però ho visto solo i primi quattro episodi perché sono impegnato con il lavoro, ma sono rimasto molto colpito, continuerò a vederla.

A proposito di un suo possibile ritorno:

Non riesco a immaginare una possibile versione in cui torniamo e facciamo un’altra stagione. Sento che abbiamo fatto qualcosa che era grandioso. E l’unica cosa che potrebbe accadere è che le persone ci direbbero: “non volete che questa nuova stagione sia buona come quella che avete fatto prima?”. E non voglio confrontarmi con questo. Ma insomma, lo sa Dio cosa accadrà, anche con la mia carriera. Magari mi prenderanno in un momento in cui sono vulnerabile.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: EW

Consigliati dalla redazione