Da quando Euron Greyjoy è apparso sulla scena, ha lasciato un segno sui fan di Game of Thrones, qualcosa che l’attore Pilou Asbæk confessa essere stato intenzionale. “Collaborando con Dan, David e il regista Miguel Sapochnik, abbiamo creato un personaggio più simile a una rockstar, più simile a “cazzo, voglio vedere il mondo bruciare, e mentre lo vedo bruciare io stesso”. Mi divertirò molto”, ha detto alla HBO nel suo blog Making Game of Thrones.

Come ricorderete, alla fine della stagione 7 Euron lascia il summit di Fossa del Drago dicendo che tornerà alle Isole di Ferro. Più tardi, Cersei ha rivelato a Jaime che questo era uno stratagemma, ma Asbæk legge solo le sue scene, quindi non sapeva se sarebbe tornato per la stagione 8. Nikolaj Coster-Waldau (interprete di Jaime) gliel’ha rivelato quando si sono trovati all’aeroporto insieme.

E Nikolaj era tipo: “Mi stai prendendo in giro? Dimmi che leggi gli script e non sei uno di quegli attori cliché che leggono solo le proprie battute. Sei seduto con in mano le sceneggiature più pubblicizzate del mondo e non le hai mai lette?” Io ho risposto, ” Cosa intendi?” E lui mi ha detto, “Nella prossima scena, Cersei dice a Jaime l’intero piano di cosa potrebbe accadere nella stagione 8 e tu ne fai parte e non l’hai nemmeno letto? Pensi di esserne fuori?” E io ero tipo, “Oh, non dirlo a nessuno, Nikolaj”.

Per inciso, apparentemente lui e Coster-Waldau – entrambi danesi – erano amici da quando Asbæk aveva fatto da baby sitter per le figlie del collega e non sapeva cosa volesse fare della sua vita. È difficile immaginare Euron Greyjoy che guarda i tuoi figli, eppure…

Asbæk ha anche discusso dell’incontro intimo tra Cersei ed Euron nella premiere della stagione 8, qualcosa su cui Lena Headey aveva delle forti opinioni. “Penso che l’abbia fatto perché doveva farlo, ma il modo in cui lo abbiamo fatto è stato chiarire che lui la ama davvero”, ha detto Asbæk. “È intimidatorio e malvagio, e sotto molti aspetti una minaccia, ma per me era molto importante che fosse un amore genuino, altrimenti sarebbe un po’ monodimensionale.”

Per quanto riguarda il ruolo di Euron nella stagione, Asbæk ha rivelato a Entertainment Weekly: “Il mio agente mi ha inviato un messaggio che diceva che il personaggio che probabilmente morirà per primo sono io.” Asbæk è entrato nel cast di Game of Thrones nella stagione 6, dopo che era già diventata un fenomeno mondiale. “È stato fantastico,” ha detto l’attore. “È stato un bel colpo di fortuna. Mi sono piaciute le due scene introduttive nella sesta stagione, ma non sono esistito davvero fino alla settima stagione, finché non ho sentito di far parte dell’universo di GoT.”

Ho avuto un’idea per la stagione 7. Ho letto la sceneggiatura e ho detto, “E se l’avessimo reso un po ‘più simile a una rockstar, dove non sai se ti ucciderà o ti fotterà?” La costumista è stata totalmente d’accordo e ha reso il suo outfit più rockstar, ha modellato il personaggio più di quanto mi aspettassi. E quando stavo parlando con Cersei e Jaime nella sala del trono ho detto, “Così sono qui, con 1.000 navi e due buone mani”. E Dan e David si sono avvicinati e hanno detto: “Elimina le ‘due buone mani’, è troppo.”

Asbæk, più sicuro di quanto non fosse nella stagione 7, si è opposto al taglio della battuta e alla fine ha prevalso. “Sono andato da loro e ho detto, ‘Ragazzi, non toglietela. So esattamente come interpretare questo personaggio, deve essere affascinante, deve essere arrogante, deve guardare Jaime dritto negli occhi e dirlo con il più grande sorriso fighetto – perché è un idiota e gli piace stuzzicare, ed è quello che mi piace del personaggio.” Così hanno detto, “Okay, proviamo” e l’abbiamo fatta. Più tardi hanno detto: “Siamo davvero felici che tu abbia insistito per quella battuta.”

Torna alla stagione 8, Asbæk ha etichettato gli showrunner David Benioff e Dan Weiss come “geni creativi”, dicendo che “hanno saputo dall’inizio dove volevano andare a parare”. Non sorprende che Asbæk abbia detto che la lealtà di Euron nei confronti di Cersei potrebbe non essere granitica. “Euron è in una posizione in cui può scommettere su due cavalli. Può andare con il Team Cersei o il Team Daenerys. Ha delle opportunità.” Sarebbe un bel colpo di scena se Euron abbandonasse la sua Cersei per schierarsi con la madre dei draghi, no?

Infine, Asbæk ha trattato il rapporto di Euron con i suoi nipoti, Yara e Theon, “Non credo che a Euron freghi molto di loro. Per Euron, il suo obiettivo principale è il potere e Theon non ne ha. Yara e Theon non sono niente per lui. Non sono una preoccupazione.” Forse questo spiega perché Euron non ha mai ucciso Yara? Dovremo evidentemente aspettare per ottenere risposte soddisfacenti.

Fonte: Winteriscoming

Consigliati dalla redazione