Richard Gere debutterà nel mondo delle serie tv con la serie, tergata BBC2, MotherFatherSon in cui interpreta un imprenditore nel mondo dei media dal passato difficile e con numerosi legami politici, oltre ad avere un rapporto complicato con il figlio Caden.
L’attore, intervistato da RadioTimes, ha spiegato cosa lo ha attirato del progetto:

Ho pensato che lo script fosse davvero buono, ma avevo solo il copione di un episodio. Ho detto: ‘Non posso prendere una decisione basandomi solo su una puntata’. Sembra che le persone lo facciano nel mondo della tv, ma io non posso. Dopo che sono stati scritti cinque o sei episodi ho capito che potevo impegnarmi.

Gere ha proseguito sottolineando:

Dovevano comunque scriverlo in qualche modo e dopo averlo letto ho pensato fosse grandioso e poteva funzionare sotto molti punti di vista. Si tratta di una serie drammatica sulla famiglia, ci sono una madre, un padre, un figlio, una famiglia divorziata ma il nostro mondo è così. Nelle nostre vite c’è spazio per la politica, i mezzi di comunicazione, cose importanti. La serie è onesta e intelligente. L’interprete di mio figlio, Billy Howle, è incredibile. Sono rimasto così colpito a livello personale e come attore e lo stesso è accaduto con Helen McCrory. Arriva al lavoro e si impegna duramente.

Gere, pur apprezzando I Soprano e Game of Thrones, ha inoltre ammesso:

Non guardo molta televisione tranne i notiziari. Ho una vita davvero piena e, onestamente, la tv non è in cima alle mie priorità.

La star ha inoltre ammesso che dover recitare per sei mesi è per lui particolarmente impegnativo e non pensa di voler realizzare altre serie per il piccolo schermo, spiegando che nello stesso periodo di tempo potrebbe girare quattro film indipendenti.

Gere ha poi anticipato qualche dettaglio relativo al suo personaggio: Max è giusto, si preoccupa delle persone, si fa apprezzare da chi lavora per lui perché conosce i loro nomi, i loro incarichi e le caratteristiche di ognuno. L’uomo è cresciuto con un padre che voleva renderlo più duro nonostante un’anima sensibile e trascorreva il suo tempo libero nell’industria della sua famiglia in Pennsylvania:

Pranzava con gli operai, quindi c’è un lato di lui che è davvero proletario, anche se suo padre era il proprietario dell’industria. Quel lato della sua vita è importante.

Il giovane Caden, invece, è il direttore di un quotidiano di proprietà del padre e affronta delle situazioni piuttosto oscure in cui si intrecciano rivalità e politica.

MotherFatherSon ha debuttato sugli schermi britannici il 6 marzo.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: RadioTimes

Consigliati dalla redazione