Giungono novità in merito alla vicenda che ha travolto Allison Mack, interprete di Chloe Sullivan in Smallville.

La Mack è stata arrestata lo scorso 18 aprile in seguito all’accusa di traffico sessuale condotta tramite una setta chiamata NXIVM, che era capeggiata da tale Keith Raniere (il quale è stato arrestato nel marzo dello scorso anno). Nei mesi sono emersi molti inquietanti dettagli legati alla donna, dato che si è parlato di torture sia fisiche che psicologiche ai danni delle giovani donne coinvolte.

L’attrice, che l’anno scorso ha sostenuto una cauzione di 5 milioni di dollari per poter essere rimessa in libertà, in un primo momento si era dichiarata innocente ma le prove nei suoi confronti risultavano schiaccianti. Dopo aver tentato un patteggiamento con le autorità, che — evidentemente — non è andato a buon fine, la Mack ha completamente cambiato la sua posizione decidendo di dichiararsi colpevole.

Allison Mack, al momento, rischia 15 anni di carcere. Vi terremo informati sugli eventuali sviluppi della vicenda.

Fonte: Variety

Consigliati dalla redazione