Nell’ultimo dei quattro incontri con i creatori e gli attori di Good Omens, abbiamo potuto parlare con Miranda Richardson e Josie Lawrence, che nella serie interpretano la medium Tracy e la strega Agnes Nutter. Ecco quali sono, secondo loro, i temi centrali dello show di Amazon Prime Video e BBC:

Josie Lawrence – Credo che per molte persone potrebbe essere vista come una meravigliosa storia d’amore, e ne ho amato la sincerità.

Miranda Richardson – È una storia sul fatto che non esiste bianco e nero. Tutto merita la giusta considerazione, in particolare in un tempo in cui tutto sembra muoversi così velocemente. È una storia che parla delle piccole cose di ogni giorno, della qualità che diamo alla nostra vita. Molti hanno notato come sia strano che una storia scritta nel 1990 appaia così rilevante con ciò che accade oggi, e immagino che lo sia. Quel che amo dell’angelo e del demone, Aziraphale e Crowley, è proprio che non sono nero o bianco.

A questo proposito, entrambe hanno dichiarato di non avere un personaggio preferito tra Aziraphale e Crowley, ma di apprezzare il fatto che sono complementari:

Senza l’altro, ognuno di loro sarebbe solo ciò che deve essere, un angelo o un demone. Qui invece hanno la possibilità di equilibrarsi a vicenda.

Josie Lawrence ha dichiarato di apprezzare il modo in cui Aziraphale si gode il buon cibo, e che sarebbe piacevole passare una cena con lui, mentre invece – come hanno puntualmente precisato – probabilmente Crowley si presenterebbe in ritardo e ubriaco!

Nella serie entrambe interpretano due personaggi femminili estroversi, particolari, forti. Ecco cosa ha significato per loro:

Josie Lawrence – È stato un onore. Agnes viene rappresentata come una donna avanti rispetto al proprio tempo. Certo, sicuramente nel suo caso c’è stato un momento in cui si è innamorata, magari ha deciso di avere una figlia. In questo si potrebbe dire che è quasi una mamma single, ma anche una donna forte. Ed è stato un piacere interpretarla, ma anche qualcosa di molto divertente.

Miranda Richardson – Il mio personaggio si interessa di chiunque abbia dei problemi, o delle preoccupazioni, sia che questi siano di tipo fisico o mentale.

Sono rimaste sorprese quando hanno visto il prodotto finale sullo schermo?

Mirand Richardson – È stato come dimenticare quel che sapevo e intraprendere un nuovo viaggio. Alcuni di noi erano anche andati avanti su nuovi progetti, e avevamo dimenticato in parte, quindi ci siamo tornati con una mente più fresca.

Josie Lawrence – Lo stesso Douglas era molto emozionato, lui stesso aveva cercato uno sguardo da grande schermo.

Le due attrici hanno poi spiegato se e cosa hanno fatto di nuovo per questo ruolo:

Miranda Richardson – Dato che la fanbase è così affezionata, credo di non aver mai interpretato un ruolo in cui sentivo di dover essere così giusta per loro. Certo, si potrebbe portare l’esempio di Harry Potter (Miranda Richardson ha interpretato Rita Skeeter nei film, ndr), ma in questo caso volevo essere davvero giusta per questo ruolo.

Josie Lawrence – Credo che il mio obiettivo fosse divertirmi il più possibile, ed è stato facile divertirmi. Con Douglas c’era molto da fare, ma era una cosa che non si avvertiva.

Infine, queste sono le parole di Miranda Richardson sul perché questo fosse il momento migliore per realizzare Good Omens:

C’è voluto molto tempo, ma da un certo punto di vista non avrebbe potuto esserci un momento migliore. Con tutto ciò che sta accadendo a livello globale e nazionale. È davvero appropriato. Spero che la maggior parte degli spettatori vengano coinvolti dai personaggi, dal loro amore nei confronti della vita, e della Terra.

Tutte le notizie e gli approfondimenti su Good Omens sono disponibili nella nostra scheda.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Nel cast dei sei episodi della serie ci sono Michael Sheen, David Tennant, Jon Hamm, Jack Whitehall, Michael McKean, Adria Arjona, Nina Sosanya, Ned Dennehy e Ariyon Bakare. Frances McDormand presta invece la voce a Dio, mentre Benedict Cumberbatch è la voce di Satana e Brian Cox doppierà la Morte.

Questa la sinossi ufficiale diffusa da Amazon Prime Video, che distribuirà la serie in Italia:

Secondo il “The Nice and Accurate Prophecies” di Agnes Nutter, la Strega, (il solo libro di profezie al mondo accurato e completo), il mondo finirà un Sabato. Il prossimo Sabato, in realtà. Proprio prima di cena. Così, le armate del Bene e del Male si stanno organizzando, Atlantis sta insorgendo, i temperamenti infiammano. Sembra che tutto stia andando secondo i Piani Divini. Eccetto Aziraphale, un angelo un po’ viziato, e Crowley, un demone dissoluto ai quali non interessa della guerra imminente – entrambi infatti hanno vissuto sulla Terra tra i mortali dall’Inizio dei Tempi e si sono affezionati a quello stile di vita. E qualcuno sembra aver smarrito l’Anticristo.

Co-prodotto da BBC StudiosNarrativia e Blank Corporation, lo show Good Omens (Buona Apocalisse a tutti!) è scritto dallo stesso Gaiman, anche produttore esecutivo e showrunner. La regia è affidata al regista Douglas Mackinnon. Dopo il lancio su Amazon Video la serie andrà in onda sulla BBC nel Regno Unito.