Game of Thrones si è conclusa con l’ottava stagione ed Emilia Clarke ha commentato quanto accaduto a Daenerys nell’episodio finale.
Non proseguite con la lettura se non avete completato la visione dell’episodio e volete evitare spoiler!
L’attrice, intervistata da Entertainment Weekly, ha dichiarato:

Ho reagito dicendo ‘Cosa, cosa, cosa, COSA?!’. Perché accade dal nulla. Sono rimasta sbalordita. Non me l’aspettavo per niente. Ho pianto. E sono andata a fare una camminata. Sono uscita di casa, ho preso le chiavi e il telefono e ho camminato fino a farmi venire le vesciche. Non sono tornata indieteo per cinque ore. Pensavo: ‘Come riuscirò a girare quella scena?’.

La star era talmente alle prese con le proprie emozioni pensando al lato oscuro di Daenerys che ha dovuto chiamare la sua famiglia per essere rassicurata, anche se non avrebbe potuto rivelare spoiler:

Ho chiamato mia madre e le ho detto: ‘Ho letto gli script e non voglio dirti ciò che accade, ma puoi aiutarmi a superare questa situazione? Mi ha davvero incasinata’. E poi ho iniziato a fare a mia madre e a mio fratello delle strane domande. Dicevano: ‘Perché ce lo chiedi? Cosa vuoi dire quando mi chiedi se penso se Daenerys sia una brava persona? Perché ci stai chiedendo queste cose? Perché ti preoccupi di ciò che le persone pensano di Daenerys? Stai bene?”.

Emilia ha inoltre rivelato che nel corso delle stagioni gli showrunner le avevano dato degli appunti in cui le dicevano di non interpretare il suo personaggio in modo troppo eroico in alcine scene:

Ci sono state delle volte in cui ho pensato: ‘Perché mi fate questi appunti?’. Quindi sì, mi ha fatto ripensare a tutti quegli appunti che mi erano stati dati.

L’attrice ha ammesso che è stato difficile leggere i copioni, nonostante gli eventi avessero spinto il suo personaggio all’estremo e, rispondendo alle domande del The New Yorker, ha rifiutato la definizione Regina Pazza:

Va molto oltre per quanto riguarda la sofferenza, il trauma e il dolore. E tuttavia le nostre menti sono affascinanti per quanto riguarda il trovare una strada rapida per sentirsi bene, che si tratti di affidarsi a una sostanza o a una convinzione sbagliata.

Emilia ha quindi concluso:

Nell’ultima stagione avrei voluto avere più scene tra me e Missandei. Avrei amato qualche scena in più con Cersei. E mi sarebbero piaciute più scene con Verme Grigio e Missandei. Avrei voluto vedere qualche interazione in più tra Cersei e Dany. Il genocidio era lì. Sarebbe sempre accaduto e penso semplicemente a quelle scene scritte in modo meraviglioso che i ragazzi hanno tra i loro personaggi e ci fanno essere più che contenti di sederci lì e vedere dieci minuti di persone che parlano, perché è splendido. Avrei voluto semplicemente voluto vedere un po’ di più di quello, ma non sono nella posizione che permette di criticare i geni che hanno scritto otto stagioni piene di cose meravigliose.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Potete seguire i commenti, le notizie e gli aneddoti riguardanti Game of Thrones, oltre agli aggiornamenti riguardanti l’atteso prequel grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: Indiewire

Consigliati dalla redazione