I fratelli Duffer potranno evitare le aule di tribunale: Charlie Kessler ha infatti ritirato la causa che aveva intentato sostenendo che Matt e Ross avessero “rubato” una sua idea per creare la serie Stranger Things.

Lo sceneggiatore aveva dichiarato di essere convinto che i Duffer avessero utilizzato le idee che aveva proposto durante un incontro che si era svolto nel 2014, al termine di una proiezione del film Honeymoon avvenuta al Tribeca Film Festival. Kessler sosteneva di aver parlato ai due autori e produttori di un progetto basato sulle leggende metropolitane e che coinvolgeva degli esperimenti militari a Montauk, New York. Netflix, un anno dopo, aveva annunciato lo sviluppo di uno show dalle tematiche simili intitolato Montauk, poi diventato Stranger Things. La situazione aveva portato all’intervento degli avvocati, ma i Duffer hanno dimostrato di aver ideato lo show in modo indipendente: dei documenti dimostrano che stavano lavorando al concetto alla base della serie, già diventata cult, fin dal 2010.
Charlie Kessler non ha potuto far altro che ritirare la causa, evitando quindi di procedere alla fase in tribunale:

I documenti del 2010 e del 2013 dimostrano i Duffer hanno creato da soli il loro show e ho ritirato ogni richiesta, e non farò ulteriori commenti sulla questione.

Netflix, informata della decisione, ha espresso il suo apprezzamento per come si è concluso il problema legale, aggiungendo:

Siamo orgogliosi di questo show e dei nostri amici Matt e Ross, la cui visione artistica ha dato vita a Stranger Things e la cui passione, immaginazione e duro lavoro hanno reso, grazie anche al nostro cast e alla troupe di talento, di diventare una serie di successo internazionale e amata in tutto il mondo.

Che ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: Variety