A chiudere la stagione televisiva dell’Arrowverse giungono infine anche Supergirl e Legends of Tomorrow che, come Arrow e The Flash, chiuderanno presumibilmente il loro percorso impostando contemporaneamente l’inizio della Crisi sulle Terre infinite, crossover che – come è stato anticipato agli Upfronts di New York – avrà luogo nell’arco di 5 episodi, che coinvolgeranno anche la neofita Batwoman e che andranno in onda a cavallo tra dicembre del 2019 e gennaio del 2020, post-hiatus natalizio. Ma cosa accadrà di preciso nei finali di quest’anno e quali sono le informazioni a nostra disposizione fino ad ora?

CORRELATO – Supergirl 4×21 “Red Dawn”: la recensione

Per quanto concerne Supergirl, partiamo come sempre dalla descrizione dell’episodio finale, intitolato The Quest for Peace, che è stata fornita dal network:

IL RITORNO DI LEX LUTHOR RETURNS – Lex Luthor (la guest star Jon Cryer) torna a Washington DC e convoca Lena (Katie McGrath) e Lillian Luthor (la guest star Brenda Strong) alla Casa Bianca. Supergirl (Melissa Benoist) capisce di avere un’opportunità per fermare Lex e invoca il potere della stampa perché l’aiuti. Episodio diretto da Jesse Warn e scritto da Robert Rovner & Jessica Queller e sceneggiato da Rob Wright & Derek Simon (#422).

Alla luce di una stagione che ha avuto un’impronta di denuncia sociale e politica davvero importante, la serie si avvia finalmente allo scontro finale tra la ragazza d’acciaio ed il Lex Luthor di Jon Cryer che, come abbiamo appreso già da qualche episodio, ha ordito nell’ombra il suo piano di vendetta e conquista per anni prima di metterlo in atto, manipolando e coinvolgendo persino i personaggi più insospettabili e costringendo soprattutto la sorella Lena a scendere in campo per difendere le scelte che compiute negli anni per differenziarsi dalla sua famiglia e costruire un nuovo lascito per i Luthor. Un personaggio tanto iconico nei fumetti, posto che sia davvero intenzione degli autori di chiudere il suo arco narrativo in questa stagione, non poteva che avere infiniti assi nella manica, dimostrando di aver preso in considerazione nei lunghi anni di prigione tutte le possibili risposte dei suoi nemici per fermare il suo piano.

Secondo quanto dichiarato dall’interprete di Lex in una recente intervista con EW, infatti, “il finale rivelerà il suo vero piano, che è persino più oscuro di quanto avessi potuto immaginare. C’è un piano all’interno del suo piano,” ha proseguito l’attore “che rivelerà le sue tendenze sociopatiche ed è anche ciò su cui mi sono davvero concentrato nell’interpretare il personaggio, con la sua continua reiterazione di minacce che lo rendono davvero pericoloso“.

Fino ad ora, come sappiamo, Lex non è solo stato responsabile della creazione della Red Daughter, la doppelgänger di Supergirl con i suoi stessi poteri, educata a vedere Kara (Melissa Benoist) e la cultura occidentale che rappresenta come il suo nemico, ma ha anche fatto in modo che Ben Lockwood (Sam Witwer) spargesse nel paese un seme di odio anti-alieno che ha contribuito ad alimentare la paura del diverso ed il senso di insicurezza degli americani, arrivando addirittura a corrompere il Presidente degli Stati Uniti e programmare una finta invasione da parte della Kaznia solo per ricomparire davanti al popolo americano nel ruolo del suo salvatore, mentre il nome di Supergirl veniva invece trascinato nel fango.

Non solo Lex ha manipolato la sua famiglia, ma ha anche coinvolto nel suo piano Kara, anche e soprattutto al fine di vendicarsi del suo arcinemico Superman (che non sarà presente nel finale dello show), attaccando ciò che di più caro ha sulla Terra, nonché l’unico membro della famiglia che gli sia rimasto.

Per quanto concerne gli spoiler a nostra disposizione, che ci arrivano come sempre da Canadagraphs, possiamo riferirvi in merito a tre scene in particolare che sono state girate nel finale, l’ultima delle quali è particolarmente spoiler, ragione per cui vi invitiamo a non proseguire oltre se non volete avere rovinata la sorpresa.
Nella prima scena George Lockwood, il figlio di Ben, con accanto Nicole Maines nel ruolo di Nia Nal, parlerà di fronte ad una folla invitando tutti all’unità ed andando quindi platealmente contro il padre che non sappiamo ancora come reagirà alla notizia di essere stato manipolato da Lex per tutto questo tempo.
Nella seconda assisteremo invece a quello che sembra essere un doppio appuntamento con Nicole Maines (Nia Nal), Jesse Rath (Brainy) e Chyler Leigh (Alex) e Azie Tesfai (Kelly Olsen), dal quale sembra plausibile evincere non solo che il rapporto tra Alex e Kelly sta diventando sempre più stretto, la conferma che l’attrice che interpreta la sorella di James Olsen tornerà la prossima stagione come regular era d’altronde già un’indicazione piuttosto precisa di dove avrebbe portato la storia tra le due, ma anche che Brainy potrebbe essersi ripreso dal reboot al quale è stato soggetto nello scorso episodio e sia quindi tornato in sé.

**Spoiler ultimo avviso**

L’ultima scena, la più rivelatrice appunto, nonché quella che segnerà anche il collegamento con la Crisi sulle Terre Infinite per Supergirl, riguarda LaMonica Garrett che, nel ruolo di The Monitor, vedremo mentre guarda il corpo inerme di Lex Luthor, apparentemente morto. La scena, la numero 71, avverrà molto avanti nell’episodio e potrebbe essere anche l’ultima di questa stagione.

La serie di cui, in molti sensi, sappiamo meno tra quelle dell’Arrowverse è invece Legends of Tomorrow. Come è stato reso noto durante gli Upfronts, a differenza del crossover dello scorso anno, in Crisi sulle Terre Infinite vedremo anche le Leggende, ma considerato il fatto che la 5^ stagione della serie andrà in onda da metà stagione (inizio 2020), prendendo presumibilmente il time slot che sarà lasciato libero da Arrow, e che il nuovo crossover andrà in onda a cavallo tra dicembre e gennaio, è plausibile pensare che gli effetti della “crisi” saranno trattati in maniera diversa da questa serie, rispetto alle altre dell’Arrowverse, poiché la nuova stagione avrà inizio proprio con il crossover evento.

In che modo e se questo fatto verrà legittimato nell’episodio finale della quarta stagione, è difficile saperlo con le informazioni in nostro possesso che partono proprio dalla descrizione della puntata intitolata Hey, World!:

FINALE DI STAGIONE – In missione per trovare Ray (Brandon Routh), Constantine (Matt Ryan) e Nora (Courtney Ford) scoprono il malvagio piano di Neron. Nate (Nick Zano) convince le Leggende a pensare al di là degli schemi e suggerisce un pericoloso piano per mettere insieme creature magiche e persone per salvare il mondo. Episodio diretto da Kevin Mock e scritto da Phil Klemmer & Keto Shimizu (#416).

CORRELATO – Legends of Tomorrow 4×15 “Terms of Service”: la recensione

In maniera decisamente più sottile e metaforica di Supergirl, anche il tema di quest’anno di Legends ha riguardato la paura dello straniero con la caccia data alle creature magiche.
Secondo lo showrunner Phil Klemmer, intervistato da EW,le Leggende hanno fatto già grandi sacrifici prima, ma quello di quest’anno sarà in assoluto l’atto più altruistico che gli abbiamo mai visto compiere. Ciò che stiamo cercando di stabilire e se i mostri abbiano un posto nel nostro mondo“. Il fatto che il finale di quest’anno imporrà alle Leggende di agire nel presente e di palesarsi al mondo, farà affiorare in parte anche le loro insicurezze, tanto che cominceranno a chiedersi se dovranno indossare una maschera, nascondendo la propria identità ed i propri poteri o se il mondo sarà pronto ad accettarli per quello che sono. In pratica le Leggende affronteranno una crisi esistenziale, perché non saranno sicuri se le persone li prenderanno sul serio quando cercheranno di convincerli a non temere le creature magiche.

Uno dei grandi temi del finale è che cominceranno a paragonarsi a quello che Sara chiama ‘il franchise dei supereroi’. Tutti conoscono Supergirl ed ogni bambino indossa un maglietta di Flash, ma le Leggende possono essere accettate o verranno messe in ridicolo? Questa cosa farà emergere tutte le loro sicurezze, il che è qualcosa di positivo,” ha aggiunto Klemmer.

Vestire i panni  della Trinità dell’Arrowverse (Arrow, Supergirl, Flash), ovviamente sarà un fallimento, quindi le Leggende dovranno toccare il cuore delle persone a modo loro, il che significa coinvolgere Beebo e della musica, che trasformeranno il finale in una sorta di musical. L’episodio avrà anche il compito di aprire la strada alla prossima stagione, agire allo scoperto non permetterà infatti alle Leggende di tornare nell’anonimato in cui hanno operato fino ad ora:
Sentivamo tutti il bisogno di dare un nuovo aspetto alla serie nella 5^ stagione e nei minuti finali dell’episodio, in un certo senso, annunceremo pubblicamente che le Leggende faranno qualcosa di totalmente diverso e che non si occuperanno più di magia,” ha concluso poi lo showrunner.

https://www.youtube.com/watch?v=RMIpmJ8ytYE

Il finale della quarta stagione di Supergirl, intitolato The Quest for Peace, è andato in onda negli Stati Uniti domenica 19 maggio, mentre quello della quarta stagione di Legends of Tomorrow, intitolato Hey, World!, sarà trasmesso lunedì 20 maggio. In Italia gli episodi arriveranno rispettivamente mercoledì 7 agosto il primo e giovedì 27 giugno il secondo, entrambi su Premium Action.