Miley Cyrus ha indossato un altro travestimento, ma nessuno avrebbe mai pensato che con Ashley O, personaggio da lei interpretato in Black Mirror, la star avrebbe infranto un nuovo particolare record nelle classifiche.

La canzone On a Roll ha debuttato alla posizione No. 19 della Pop Digital Song Sales chart e alla No. 39 della Digital Song Sales con 7,000 copie vendute nella settima conclusasi il 20 giugno, questo secondo Nielsen Music. La canzone ha inoltre ottenuto 3.5 milioni di streams nei soli Stati Uniti debuttando così alla posizione No.23 della Bubbling Under Hot 100.

La traccia è accreditata all’artista Ashley O, la popstar fittizia interpretata dalla Cyrus nell’episodio “Rachel, Jack and Ashley Too” della nuova stagione di Black Mirror.

La Cyrus è entrata nella classifica Billboard sotto il suo vero nome, Miley Cyrus, e con il suo alter-ego più famoso, Hannah Montana. Il duo Cyrus/Montana ha piazzato cinque album alla posizione No. 1 della Billboard 200 tra il 2006 e il 2013, mentre la ballad Wrecking Ball è rimasta tre settimane alla No.1 della Billboard Hot 100 nel 2013. Attualmente, Miley Cyrus sta scalando la classifica americana con il suo nuovo singolo Mother’s Daughter.

La Cyrus si unisce a un gruppo di solisti molto selezionato che sono riusciti a entrare in classifica con tre nomi diversi, anche se la giovane popstar si contraddistingue in maniera particolare, dal momento che due delle sue tre personalità hanno raggiunto questo traguardo tramite ruoli recitativi.

I nomi Puff Daddy, P. Diddy e Diddy sono tutti apparsi nelle classifiche Billboard (anche se non è mai comparso in classifica con il suo nome di battesimo: Sean Combs).

John Mellencamp prima è comparso in classifica sotto il nome di John Cougar e poi sotto quello di John Cougar Mellencamp.

In più, Prince dal 1993 al 2000 ha usato il nome d’arte informalmente, l’acronimo Tafkap in esteso The Artist Formerly Known as Prince (vale a dire L’Artista Precedentemente Conosciuto Come Prince), e poi semplicemente The Artist. Come scrittore, Prince è entrato nella Billboard Hot 100 attraverso due pseudonimi sulle canzoni di altri due artisti: come Christopher on the Bangles per la hit Manic Monday e come Alexander Nevermind per la canzone di Sheena Easton del 1985 Sugar Walls.

Altri artisti, che però hanno avuto solo un alter-ego, sono: Garth Brooks/Chris Gaines; Will Smith è entrato in classifica anche con lo pseudonimo D.J. Jazzy Jeff & the Fresh Prince; e Jim Henson è entrato nella Hot 100 con due canzoni: “Rubber Duckie” (accreditato come Ernie; No. 16, 1970) e “Rainbow Connection” (accreditato come Kermit; No. 25, 1979).

Che cosa ne pensate? Lasciate un commento.