La serie tedesca Dark tornerà con la seconda stagione il prossimo 21 giugno. Ecco un riepilogo del complicato intreccio dello show.

Ambientazione

La storia di Dark si svolge nella cittadina tedesca di Winden, luogo apparentemente tranquillo, ma scosso di recente dalla scomparsa di alcune persone. La vicenda inizia nel 2019, ma tramite i viaggi temporali resi possibili dalle misteriose grotte nel bosco assistiamo anche ad eventi che si svolgono nel 1953 e 1986. A caratterizzare il posto la presenza di una centrale nucleare terminata negli anni ’60. Scopriamo in seguito che nel 1986 qui si è verificato un incidente, e che nel 2020 è prevista la chiusura dell’impianto.

Personaggi e nuclei familiari

La storia di Dark intreccia principalmente le vicende di quattro famiglie: Kahnwald, Nielsen, Doppler e Tiedemann.

Kahnwald:

  • Daniel (capo della polizia nel 1953, padre di Ines)
  • Ines (madre adottiva di Michael)
  • Michael (padre di Jonas; suicidatosi nel 2019; sposato con Hannah, che ha una relazione con Ulrich)
  • Jonas

Nielsen:

  • Agnes (madre di Tronte)
  • Tronte (padre di Mads e Ulrich)
  • Mads (scomparso nel 1986)
  • Ulrich (agente di polizia; sposato con Katharina; ha una relazione con Hannah)
  • Martha, Mikkel, Magnus (figli di Ulrich e Katharina)

Doppler:

  • Bernd (fondatore della centrale; padre di Helge)
  • Helge (sorvegliante alla centrale nel 1986; padre di Peter)
  • Peter (terapeuta di Jonas nel 2019; è sposato con il capo della polizia, Charlotte; è padre di Franziska e Elisabeth)
  • Charlotte (nipote dell’orologiaio H.G. Tannhaus)

Tiedemann:

  • Egon (agente di polizia nel 1953; padre di Claudia)
  • Claudia (direttrice della centrale nel 1986; madre di Regina)
  • Regina (direttrice di un albergo nel 2019; sposata con il direttore della centrale Aleksander)
  • Bartosz (figlio di Regina e Aleksander)

La vicenda di Dark

2019

Il 21 giugno del 2019 Michael Kahwald si suicida nella propria casa e lascia una lettera che avverte di non aprire fino al 4 novembre di quell’anno. Proprio il 4 novembre, suo figlio Jonas torna a scuola dopo aver trascorso dei mesi in un istituto psichiatrico. Qui ritrova il suo amico Bartosz, e scopre che questo si frequenta con Martha, della quale Jonas era innamorato. Quella sera Jonas, Bartosz, Martha, Magnus, Mikkel e Franziska si recano nei boschi e sentono dei rumori inquietanti provenire da una grotta. Mikkel, fratello di Martha, vi scompare all’interno e finisce nel 1986. Ines apre e legge la lettera lasciata dal figlio Michael.

In città intanto si parla del caso del giovane Erik, scomparso da due settimane. L’agente Ulrich Nielsen indaga, come altri, sul caso, che rievoca in lui la scomparsa di suo fratello Mads, avvenuta nel 1986. Una riunione cittadina nella quale si discute sul da farsi viene interrotta da Helge (anziano) che avverte tutti che qualcosa “sta per succedere ancora”. In seguito ci viene rivelato un retroscena su quella notte: Peter assiste all’arrivo del corpo di Mads dal 1986 nel bunker di Helge. Avverte Tronte Nielsen e Claudia Tiedemann, che dice loro di spostare il corpo nel bosco.

La polizia trova nel bosco proprio il corpo senza vita del giovane Mads, che risulta inspiegabilmente morto da poche ore. Ulrich scopre nelle grotte un collegamento alla centrale, ma le sue indagini sono bloccate dal direttore Aleksander. Quest’ultimo in seguito ordina di spostare delle scorie nucleari dalle grotte. Mentre Jonas trova in soffitta una mappa delle grotte, la sua versione adulta arriva in città, e chiede una camera nell’albergo di Regina.

1986

Mikkel viaggia indietro nel tempo e si ritrova a Winden nel momento in cui sono in corso le ricerche per lo scomparso – all’epoca – Mads. Incontra Ines, che lavora come infermiera, e in seguito fugge dall’ospedale cercando, invano, di tornare a casa. Qui si rompe una gamba ed è costretto a tornare in ospedale. Scopriamo com’erano da giovani numerosi personaggi. Charlotte cerca di capire la verità dietro la morte di numerosi uccelli, Hannah è una ragazza timida, innamorata di Ulrich. Più avanti Hannah accusa ingiustamente Ulrich di violenza sessuale, e quest’ultimo viene arrestato. Regina intanto è una giovane che viene bullizzata. Sua madre Claudia diventa direttrice della centrale, e scopre dal suo predecessore Bernd della presenza delle scorie nelle grotte. Helge, figlio di Bernd, le consegna il libro Un viaggio nel tempo, di H.G. Tannhaus. Da qualche parte, un orologiaio lavora ad una macchina.

2019

Nell’intreccio si inserisce il misterioso personaggio di Noah. Lo vediamo nel 1986 all’ospedale in cui è ricoverato Mikkel, e lo rivediamo in qualche modo nel 2019. Elisabeth, sorella di Franziska, scompare infatti per alcune ore, e al suo ritorno racconta di averlo incontrato. Helge, affetto ormai da demenza senile, vaga tra i boschi affermando che “bisogna fermare Noah”. Una figura incappucciata avvicina un giovane di nome Yasin, e gli comunica che lo manda Noah. Yasin scompare, e il panico si diffonde in città. Charlotte sospetta di Peter, mentre Ulrich rifiuta di riavvicinarsi a Hannah. Bartosz incontra l’uomo da cui Eric prendeva la droga, e che si scopre essere sempre Noah. La versione adulta di Jonas incontra il giovane Jonas di fronte alla tomba di Michael, e gli rivela che questo una volta gli salvò la vita. Jonas riceve infine la lettera di addio di suo padre e scopre la verità: Michael non è altro che Mikkel, rimasto bloccato nel 1986 e che da lì ha continuato a vivere la propria vita con un’altra identità.

Ulrich scopre che il bambino trovato morto è suo fratello Mads, e tramite Regina comprende anche che fu Hannah nel 1986 ad accusarlo di violenza sessuale. Jonas, ancora sconvolto per la verità scoperta, decide di avventurarsi nelle grotte. Tramite una porta con la scritta Sic Mundus Creatus Est, anche lui finisce nel 1986, dove incontra sua madre Hannah, che lo avverte a proposito delle piogge acide in seguito all’incidente di Chernobyl. Le indagini di Charlotte nel 2019 conducono a Helge, una volta scoperto un passaggio tra le grotte e una vecchia costruzione di sua proprietà. Ulrich è sospeso dalla polizia, si reca da Helge, e insieme si allontanano di notte con una copia di Un viaggio nel tempo. Ulrich finirà nel 1953, Helge nel 1986.

1986

Jonas vuole riportare indietro Mikkel, ma la sua versione adulta lo avverte che, così facendo, lui non potrà mai nascere. Helge e Noah, dopo aver ucciso Yasin, ne occultano il cadavere. Il bambino è morto nel tentativo di Noah di creare una macchina del tempo. Jonas (adulto) incontra Tannhaus, e discutono di una teoria sui viaggi nel tempo. È confermato che a Winden esiste un wormhole che permette di viaggiare 33 anni indietro o avanti nel tempo. Jonas gli consegna uno strumento rotto che dovrebbe distruggere il wormhole, e poco dopo lo scienziato ne tira fuori una copia funzionante. Ulrich viene scagionato dall’accusa di stupro, mentre Hannah scopre che il nuovo arrivato Aleksander non è chi dice di essere. Aleksander viene assunto da Claudia per tenere celati nelle grotte i barili che contengono i residui di un incidente alla centrale. Noah e Helge rapiscono Jonas (giovane). Helge (anziano) muore nel tentativo di salvarlo. Jonas si risveglia in un bunker dove incontra l’uomo che finalmente gli rivela di essere la sua versione adulta. Jonas (adulto) si allontana, pronto a distruggere il wormhole grazie al suo apparecchio ormai riparato.

2019

Hannah utilizza le informazioni sul passato di Aleksander per ricattarlo e chiedergli di distruggere Ulrich. Regina scopre le ricerche di Jonas (adulto). Bartosz viene avvicinato da sua nonna Claudia, presunta morta, quindi si incontra con Noah e accetta di seguirlo. Noah gli rivela che Claudia è il loro vero avversario, e che Jonas (adulto) sta inavvertitamente per creare il wormhole. Charlotte vede Ulrich in una foto del 1953.

1953

Gli agenti di polizia Daniel Kahnwald e Egon Tiedemann indagano sul ritrovamento dei corpi di Erik e Yasin. Ulrich arriva dal 2019 e incontra, tra gli altri, Agnes e suo figlio Tronte, ma anche l’orologiaio Tannhaus, che decenni dopo utilizzerà lo smartphone di Ulrich per aggiustare il dispositivo di Jonas (adulto). Ulrich incontra anche Helge (bambino) e cerca di ucciderlo, sapendo che facendo ciò salverebbe la vita dei ragazzi. Quindi lo nasconde nel bunker. Anche qui vediamo Noah (ha sempre la stessa età) mentre consola la madre di Helge, Greta. Ulrich è arrestato per il tentato omicidio.

1953-1986-2019-2052

Jonas adulto attiva il dispositivo con l’intenzione di distruggere il wormhole. Il piccolo Helge si risveglia, ed è collegato in qualche modo a Jonas nel 1986, entrambi nel bunker in epoche diverse. Helge è trasportato nel 1986, mentre Jonas finisce a Winden nel 2052, in un mondo che appare post-apocalittico.

Diario dei viaggi nel tempo

Si tratta di un quaderno che appare molte volte nel corso di Dark, e che riporta i dettagli legati ai viaggi nel tempo, e probabilmente al progetto di Noah. Tra il 1953 e il 2019 passa tra le mani di Noah, Claudia, Tronte e infine Bartosz.

Trovate tutte le notizie su Dark nella nostra scheda.