Pochi giorni fa è arrivata su Netflix la seconda stagione di Dark. Anche al suo secondo anno la serie tedesca non ha fatto un passo indietro rispetto alla sua scrittura contorta. Ecco quindi un riassunto degli eventi della seconda stagione, ordinato per quanto possibile rispetto alle diverse epoche.

Ambientazione

La storia di Dark si svolge nella cittadina tedesca di Winden, luogo apparentemente tranquillo, ma scosso dalla scomparsa di alcune persone. La vicenda inizia nel 2019, ma tramite i viaggi temporali resi possibili dalle misteriose grotte nel bosco assistiamo anche ad eventi che si svolgono in un arco temporale che va dal 1921 al 2053. A caratterizzare il posto la presenza di una centrale nucleare terminata negli anni ’60. Scopriamo in seguito che nel 1986 qui si è verificato un incidente, e che nel 2020 è prevista la chiusura dell’impianto.

La seconda stagione riparte nel giugno di ogni linea temporale considerata. Ciò significa che sono trascorsi sette mesi – in ogni epoca – rispetto agli eventi della prima stagione.

Personaggi e nuclei familiari

La storia di Dark intreccia principalmente le vicende di quattro famiglie: Kahnwald, Nielsen, Doppler e Tiedemann.

Kahnwald:

  • Daniel (capo della polizia nel 1953, padre di Ines)
  • Ines (madre adottiva di Michael)
  • Michael/Mikkel (padre di Jonas; suicidatosi nel 2019; sposato con Hannah, che ha una relazione con Ulrich)
  • Jonas/lo straniero/Adam

Nielsen:

  • Agnes (madre di Tronte; sorella di Noah)
  • Noah (padre di Charlotte)
  • Tronte (padre di Mads e Ulrich)
  • Mads (scomparso nel 1986)
  • Ulrich (agente di polizia; sposato con Katharina; ha una relazione con Hannah)
  • Martha, Mikkel, Magnus (figli di Ulrich e Katharina)

Doppler:

  • Bernd (fondatore della centrale; padre di Helge)
  • Helge (sorvegliante alla centrale nel 1986; padre di Peter)
  • Peter (terapeuta di Jonas nel 2019; è sposato con il capo della polizia, Charlotte; è padre di Franziska e Elisabeth)
  • Charlotte (cresciuta dall’orologiaio H.G. Tannhaus; figlia di Noah)
  • Elisabeth (figlia e madre di Charlotte)

Tiedemann:

  • Egon (agente di polizia nel 1953; padre di Claudia)
  • Claudia (direttrice della centrale nel 1986; madre di Regina)
  • Regina (direttrice di un albergo nel 2019; sposata con il direttore della centrale Aleksander)
  • Bartosz (figlio di Regina e Aleksander)

La vicenda di Dark

2053

Jacob si ritrova in una Winden distrutta dopo l’incidente nucleare del 2020. I pochi sopravvissuti sono guidati da Elisabeth Doppler, e il loro obiettivo è usare la “particella di Dio” per modificare il passato. Jonas trova una sorta di wormhole nella zona morta all’interno della centrale, quindi viene catturato e quasi impiccato da Elisabeth. Liberato da una donna di nome Silja, entra nel wormhole e arriva nel 1921.

1921

Un giovane Noah, al servizio di un uomo di nome Adam, uccide un’altra persona con un’accetta. Jonas viene scambiato per un reduce della Prima Guerra Mondiale e accolto in una casa dove si trova una giovane Agnes Nielsen e suo fratello Noah. Incontra poi all’interno di una chiesa la versione adulta di Noah e lo stesso Adam, leader del gruppo noto come Sic Mundus. Adam rivela di essere lo stesso Jonas, ormai invecchiato, come conferma la cicatrice dell’impiccagione. L’obiettivo di Adam è quello di provocare un terzo ciclo nello scorrere del tempo tramite l’incidente nucleare che permetterebbe all’umanità di ripartire. Tuttavia Adam inganna Jonas, lo convince che fermare il suicidio di Michael nel 2019 è l’unico modo per bloccare il loop temporale. Jonas viaggia nel 2019 grazie a una tecnologia che permette di spostarsi senza essere vincolati ai 33 anni di distanza.

Più tardi vedremo delle versioni invecchiate di Magnus e Fransziska avvicinare Adam, in un breve scambio nel quale si parla dei sacrifici che ognuno deve compiere.

2019

Jonas incontra suo padre, gli svela di conoscere tutta la verità e lo implora di non uccidersi. In realtà è proprio questo dialogo a coinvincere Michael della necessità di togliersi la vita, come poi farà.

Durante una giornata al lago, Jonas del 2019, che ancora non ha viaggiato nel tempo, trova una medaglietta di San Cristoforo che consegna a Martha. Il ragazzo si allontana. Lo stesso giovane Jonas, ma che proviene dal 1921 e ha sopportato molti viaggi nel tempo, decide allora di farsi avanti. Le dice che sono una coppia perfetta, e di non pensare mai il contrario. Martha ricorderà questa frase ancora mesi dopo, nel 2020. In seguito, Martha restituisce la collana a Jonas (quello del 2019 ancora ignaro di tutto), e lo bacia. Jonas (adulto) nel 2020 lascia la collana in camera di Martha, che poi la ritrova e la riconosce.

Jonas va nel 1987.

1954

Helge viene riportato indietro dal 1986 grazie all’aiuto di Noah, che lo informa di come un giorno dovrà aiutarlo. Agnes visita Claudia (anziana) nel bunker, e quest’ultima le dice di intervenire per fermare Noah e impedirgli di aiutare Adam. Egon indaga sulle morti di Erik e Yasin e sulla scomparsa di Helge. Ulrich è ancora in arresto, ma Egon ha dei dubbi sulla sua colpevolezza. Claudia (anziana) visita suo padre nella stazione di polizia, gli dice che è un brav’uomo e che il mondo non lo merita. Si reca quindi nel bosco, dove Noah la uccide. Helge dice a Egon che quella Claudia è la fonte del male: il diavolo bianco.

All’epoca Agnes e Doris, la madre di Claudia, hanno una relazione. Claudia (bambina) le scopre per caso. Più tardi la piccola Claudia ripeterà a suo padre Egon le stesse parole che lui ha già sentito dalla sua versione più anziana.

In quest’epoca arriverà poi, per rimanerci, anche Hannah con la macchina del tempo di Jonas (adulto). Si presenta alla stazione di polizia come Katharina, incontra Ulrich, a cui chiede chi sceglierebbe oggi tra sua moglie e la sua amante. L’uomo le dice le parole che vuole sentire, ma non basta. Hannah nega di conoscerlo.

1987

La versione anziana di Claudia visita quella più giovane e la informa sui viaggi nel tempo e sul ruolo importante che lei avrà. Claudia (adulta) trova una macchina del tempo sotterrata nel giardino di casa propria nel 1953 proprio dalla se stessa anziana. Claudia incontra Tannhaus, e parlano della natura del testo sui viaggi nel tempo, che a quanto pare non ha un’origine definita, ma è un oggetto nato dai loop temporali. Egon, il padre di Claudia, malato di cancro, indaga sui dettagli della scomparsa di Mads, e collega il fatto all’arresto nel 1953 di Ulrich, che si trova in un istituto psichiatrico. Lo va a trovare e gli mostra una foto di Mikkel, rispetto alla quale Ulrich reagisce violentemente.

Claudia e Egon passano una giornata insieme, al termine della quale però hanno uno scambio violento: Claudia spinge suo padre, uccidendolo accidentalmente. Le ultime parole dell’uomo sono “tu sei il diavolo bianco”.

Jonas (giovane) e Claudia vanno nelle grotte. Qui lui le spiega quella che sarà la sua missione per il futuro: combattere Adam e Sic Mundus e il loro tentativo di distruggere il mondo. Attivano il dispositivo, quindi Jonas torna per l’ultima volta – in questa stagione – nel presente.

2020

La storia riparte il 21 giugno 2020, mancano sei giorni all’Apocalisse, ossia alla chiusura della centrale. Elisabeth trova una foto del 1921 del gruppo Sic Mundus e riconosce Noah. Informa quindi i suoi genitori Peter e Charlotte, che cercano di scoprire la verità sui viaggi nel tempo. Anche Hannah scopre tutto grazie a Jonas (adulto) che la porta fino al 1987 in modo che lei possa vedere Michael/Mikkel. Hannah, Charlotte, Peter e Jonas (adulto) si ritrovano nel bunker e confrontano le loro informazioni sui viaggi nel tempo. In seguito, come abbiamo già scritto, Hannah utilizza la macchina del tempo per andare nel 1954.

L’investigatore Clausen supporta la polizia nelle indagini. Pur non riuscendo a far luce sulle scomparse, Clausen avvicina Aleksander Tiedemann, e scopre che il suo vero nome sarebbe Aleksander Kohler. A quanto pare si tratta del fratello che Clausen sta cercando, ma noi sappiamo che Aleksander – il cui vero nome è Boris Niewald – ha assunto questa identità per qualche motivo.

Magnus sospetta che Fransziska si prostituisca, ma scoprirà che in realtà non è così. Martha e Bartosz si lasciano. Noah consegna a Bartosz una macchina del tempo: la sua missione è quella di trovare le pagine mancanti di un diario (il Triquetra), a quanto pare determinanti per raggiungere l’obiettivo di Adam. Nelle grotte Bartosz incontra Martha, Magnus, Fransiska e Elisabeth, che lo legano e lo costringono a svelare la verità. I quattro viaggiano per breve tempo nel passato. Anche loro ora conoscono la verità sui viaggi nel tempo.

Bartosz mostra a sua madre Regina una foto di Claudia (adulta) in modo da poterla riconoscere. Claudia quindi arriva nel 2020 e finisce a casa della figlia Regina, anche lei malata di cancro. Regina la riconosce e Claudia si scusa per non essere stata una madre migliore. Jonas riceve una lettera dal giovane Noah, a quanto pare scritta da Martha, nella quale gli viene chiesto di salvare Bartosz, Magnus, Franziska, Agnes e il giovane Noah. Ciò potrebbe salvare Martha.

Tutte le epoche

Nel 1921 i Sic Mundus attivano il loro wormhole, che riecheggia in tutte le epoche. Noah cerca di uccidere Adam, ma non ci riesce. Adam gli svela che Charlotte è sua figlia, e che – a causa dei viaggi nel tempo – Elisabeth è sia figlia che madre di Charlotte. Agnes uccide Noah. Nel 2020 Charlotte arriva alla centrale nucleare mentre Aleksander ordina di aprire dei bidoni con materiale instabile all’interno. Jonas (giovane) – appena arrivato dal 1987 – cerca invece di salvare Martha, ma questa viene uccisa da Adam. Poco dopo, una versione alternativa di Martha (universi paralleli?) arriva da Jonas e gli chiede di seguirlo. Si apre un portale tra il 2020 e il 2053, e Charlotte e Elisabeth riescono a vedersi l’un l’altra. Un’energia devastante si sprigiona, e tutto viene distrutto.

Trovate tutte le notizie su Dark nella nostra scheda.