Come sapete, ieri Netflix ha distribuito sulla piattaforma a livello globale l’intera serie Neon Genesis Evangelion, insieme a due film.

Il gigante dello streaming ha presentato la serie con alcuni cambiamenti: primo tra tutti, la canzone Fly Me to the Moon, che per motivi di licenza ora manca dai titoli di coda. Ma soprattutto, come rivelato già qualche mese fa per l’edizione in lingua originale, ha ridoppiato e riadattato l’intera serie in tutto il mondo.

Il doppiaggio originale in italiano, a cura di Fabrizio Mazzotta e Paolo Cortese con la supervisione di Gualtiero Cannarsi, è stato quindi sostituito da un nuovo doppiaggio eseguito presso la VSI – Voice & Sound International, con dialoghi ancora una volta a cura di Mazzotta e Cortese e un cast vocale praticamente inedito.

Questi i doppiatori principali:

  • Shinji – Stefano Broccoletti
  • Misato – Domitilla D’Amico
  • Ritsuko – Barbara De Bortoli
  • Rei – Lucrezia Marricchi
  • Gendo – Roberto Draghetti
  • Fuyutsuki – Oliviero Dinelli
  • Asuka – Sara Labidi

Il cambiamento ovviamente ha causato una reazione abbastanza “vocale” nei fan. Abbiamo contattato Netflix, e l’ufficio stampa italiano ci ha spiegato che “la serie originale era stata doppiata per la visione sulla televisione lineare. Nel portarla per la prima volta in maniera integrale su un servizio di streaming, si è voluto adattare il doppiaggio lavorandovi con strumentazioni moderne in modo da sfruttare al meglio le attuali tecnologie. Ecco perché si è proceduto, globalmente, a un ridoppiaggio di tutti gli episodi.” Non è chiaro perché non si sia proceduto allo stesso modo con altre serie del passato.

 

CORRELATO A NEON GENESIS EVANGELION:

 

Consigliati dalla redazione