Homecoming avrà come protagonista della seconda stagione l’attrice Janelle Monáe, scelta come “erede” di Julia Roberts nello show targato Amazon.
L’attrice avrà la parte di una donna tenace che si ritrova su una canoa in mare, senza alcun ricordo di come sia arrivata lì o della sua identità.

I nuovi episodi si allontaneranno così dal podcast da cui è stato tratto il progetto televisivo e non si sa ancora se torneranno altri membri del cast delle precedenti puntate: Stephan James, Bobby Cannavale, Shea Whigham, Alex Karpovsky e Sissy Spacek.

Julia Roberts aveva annunciato di aver detto addio a Homecoming già alcuni mesi fa, venendo ora sostituita dall’attrice e cantante Janelle Monáe, che avrà comunque un ruolo diverso rispetto a quello interpretato dal premio Oscar.

Il creatore della serie, Sam Esmail, aveva invece confermato che la scena al termine dei titoli di coda in cui appariva Audrey (Hong Chau) alle prese con un medicinale in fase di sperimentazione era un indizio di ciò che potevano attendersi i fan.

Le riprese della seconda stagione dello show inizieranno in estate, in vista di un debutto in streaming previsto per il 2020. Esmail ha diretto tutti i dieci episodi che hanno composto la prima stagione di Homecoming, ma non ritornerà dietro la macchina da presa delle puntate inedite rimanendo però attivo nel ruolo di produttore insieme a Julia Roberts. Lo sceneggiatore ha anche co-creato la serie insieme a Eli Horowitz e Micah Bloomberg, ideatore del podcast su cui si basa il progetto prodotto da Amazon.

Che ne pensate? State attendendo il ritorno della serie?

 

Fonte: TVLine