*Attenzione: l’articolo contiene spoiler per coloro che non hanno ancora visto il finale della terza stagione della serie*

La terza stagione di Stranger Things si è conclusa con la morte di Billy e — presumibilmente — dello sceriffo Hopper, l’amatissimo personaggio interpretato da David Harbour.

Sin da subito le teorie più disparate hanno puntato sul fatto che Hopper, in realtà, non sia morto e che sia riuscito a sopravvivere ‘saltando’ nella breccia sul Sottosopra che era stata aperta dai russi (o in qualche altro modo). Il fatto, inoltre, che nella scena successiva ai titoli di coda si faccia riferimento alla presenza di un americano all’interno di una cella irrobustisce tali teorie.

E ora, proprio grazie a Harbour, giunge un nuovo indizio che potrebbe comprovare che Hopper è ancora vivo. I fan hanno infatti ‘decifrato’ una sorta di codice che l’attore avrebbe diffuso nel corso dei giorni cambiando la sua immagine del profilo su Instagram. I numeri elencati hanno portato alla composizione del recapito telefonico di Murray Bauman, il giornalista che ha aiutato Joyce e Hopper, e la sua segreteria telefonica dice quanto segue:

Salve, siete in contatto con la residenza di Murray Bauman. Mamma, se sei tu, per favore riaggancia e richiamami tra le 17 e le 18 come abbiamo già detto, ok? Se Sei Joyce, Joyce, grazie per aver chiamato, ho tentato di mettermi in contatto con te. Ho un aggiornamento. Si tratta di, beh, sarebbe meglio parlare di persona. Non è niente di bello o brutto, ma è qualcosa…

Che ne pensate di questo messaggio? Diteci la vostra opinione nei commenti!

La terza stagione di Stranger Things è ora su Netflix. Potete rimanere costantemente aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: CB

Consigliati dalla redazione