Stranger Things, nella sua terza stagione, ha citato brevemente Barb, l’amato personaggio interpretato dall’attrice Shannon Purser che ha perso la vita nel Sottosopra.

Nelle puntate arrivate in streaming il 4 luglio Nancy (Natalia Dyers) fa riferimento più volte alla morte della sua amica, evento che l’ha spinta a indagare su alcuni strani eventi che accadono in città. Durante il season finale, inoltre, un telegiornale mostra Barb e Bob (Sean Astin) parlando dei fenomeni inspiegabili accaduti nell’area di Hawkins, Indiana.

Shawn Levy, produttore dello show cult, ha rivelato in passato che era stata valutata l’ipotesi di riportare in scena Barb:

Tutti volevano che fosse miracolosamente viva. Non mentirò, abbiamo impiegato circa 20 secondi parlando della possibilità di farla tornare.

Che ne pensate? Vi è sembrato giusto citare la ragazza nei nuovi episodi?

La terza stagione di Stranger Things è arrivata su Netflix il 4 luglio ed è composta da otto episodi. La sinossi ufficiale dichiara:

Siamo nel 1985 a Hawkins, nell’Indiana, ed è esplosa l’estate. La scuola è finita, c’è un nuovo centro commerciale in città, e la banda di Hawkins è ormai entrata nell’adolescenza. Sbocciano storie d’amore che complicano le dinamiche del gruppo, e tutti loro dovranno capire come crescere senza separarsi. Nel frattempo, il pericolo incombe. Quando la città è minacciata da nemici vecchi e nuovi, Undici e i suoi amici comprendono che il male non ha mai fine: si evolve. Ora dovranno unirsi per sopravvivere e ricordare che l’amicizia è sempre più forte della paura.

Accanto ai vecchi amici della prime due stagioni – Millie Bobbie Brown, Finn Wolfhard, Caleb McLaughlin, Sadie Sink, Gaten Matarazzo, Noah Schnapp, Dacre Montgomery, Charlie Heaton, Natalia Dyer, Joe Keery, Cara Buono, Winona Ryder e David Harbour – si sono aggiunti Maya Hawke, Jake Busey, Francesca Reale e Cary Elwes.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie alla nostra scheda.

Fonte: ComicBook

Consigliati dalla redazione