La terza stagione di Stranger Things termina su una nota molto amara per i fan del personaggio di Jim Hopper. Lo sceriffo interpretato da David Harbour muore infatti nell’ultimo episodio della serie, durante la missione nella struttura sotterranea dei sovietici. O almeno così pare. Ci sono già infatti delle teorie sulla possibilità che il personaggio sia sopravvissuto. Una di queste in particolare è sostenuta dalla scena dopo i titoli di coda della stagione.

Ambientata in Unione Sovietica, questa mostra due soldati russi pronti a prelevare un prigioniero. Ad un certo punto, uno dei due dice all’altro: “no, non l’americano”. L’americano in questione potrebbe essere in effetti proprio Hopper, sopravvissuto all’esplosione nella struttura sovietica.

Ecco cosa ha dichiarato l’attore sulla possibilità di un suo ritorno:

Onestamente non ne ho idea! Voglio dire, è anche la mia speranza. Mi sembra difficile comunque. La macchina si è spenta ed è esplosa e Hopper sembrava imprigionato lì. E poi ci spostiamo in… dov’era? Un posto con la “k” o qualcosa del genere, una città in Russia credo (Kamchatka, ndr). Qui c’è un americano e altri prigionieri. Sembra strano, ma dobbiamo sempre affidarci alla speranza. Non dovremmo mai davvero abbandonarla… anche se Barb è comunque morta!

Battute a parte, il riferimento ad un prigioniero americano non è certamente un caso. Non resta che aspettare e scoprire di chi si tratta.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

La terza stagione di Stranger Things è arrivata su Netflix il prossimo 4 luglio ed è composta da otto episodi. La sinossi ufficiale recita:

Siamo nel 1985 a Hawkins, nell’Indiana, ed è esplosa l’estate. La scuola è finita, c’è un nuovo centro commerciale in città, e la banda di Hawkins è ormai entrata nell’adolescenza. Sbocciano storie d’amore che complicano le dinamiche del gruppo, e tutti loro dovranno capire come crescere senza separarsi. Nel frattempo, il pericolo incombe. Quando la città è minacciata da nemici vecchi e nuovi, Undici e i suoi amici comprendono che il male non ha mai fine: si evolve. Ora dovranno unirsi per sopravvivere e ricordare che l’amicizia è sempre più forte della paura.

Accanto ai vecchi amici della prime due stagioni – Millie Bobbie Brown, Finn Wolfhard, Caleb McLaughlin, Sadie Sink, Gaten Matarazzo, Noah Schnapp, Dacre Montgomery, Charlie Heaton, Natalia Dyer, Joe Keery, Cara Buono, Winona Ryder e David Harbour – si sono aggiunti Maya Hawke, Jake Busey, Francesca Reale e Cary Elwes.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie alla nostra scheda.

Fonte: CBM

Consigliati dalla redazione