Il finale della terza stagione di Stranger Things ha svelato tutta la sua portata drammatica, nel momento in cui gli spettatori hanno dovuto dare l’addio al personaggio di Jim Hopper, interpretato da David Harbour. Il personaggio, infatti, muore nel corso della missione nella struttura sotterranea costruita dai sovietici a Hawkins. Ma si tratta davvero di un addio al personaggio?

Oltre alle teorie sul suo possibile ritorno, c’è ora un nuovo dettaglio che riguarda la natura del contratto che lega l’attore allo show. Come rivelato da tvline:

L’attuale contratto di Harbour prevede il suo coinvolgimento anche in una potenziale quarta stagione (ma anche oltre), ma questo non vuol dire necessariamente che i produttori lo coinvolgeranno nella quarta stagione.

In ogni caso le teorie sul suo ritorno non mancano, come abbiamo evidenziato in questo articolo che raccoglie le più gettonate. Lo stesso David Harbour ha detto la sua sulla scena dopo i titoli di coda, e così i fratelli Duffer.

STRANGER THINGS 3: LE INFORMAZIONI

La sinossi ufficiale recita:

Siamo nel 1985 a Hawkins, nell’Indiana, ed è esplosa l’estate. La scuola è finita, c’è un nuovo centro commerciale in città, e la banda di Hawkins è ormai entrata nell’adolescenza. Sbocciano storie d’amore che complicano le dinamiche del gruppo, e tutti loro dovranno capire come crescere senza separarsi. Nel frattempo, il pericolo incombe. Quando la città è minacciata da nemici vecchi e nuovi, Undici e i suoi amici comprendono che il male non ha mai fine: si evolve. Ora dovranno unirsi per sopravvivere e ricordare che l’amicizia è sempre più forte della paura.

Accanto ai vecchi amici della prime due stagioni – Millie Bobbie Brown, Finn Wolfhard, Caleb McLaughlin, Sadie Sink, Gaten Matarazzo, Noah Schnapp, Dacre Montgomery, Charlie Heaton, Natalia Dyer, Joe Keery, Cara Buono, Winona Ryder e David Harbour – si sono aggiunti Maya Hawke, Jake Busey, Francesca Reale e Cary Elwes.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie alla nostra scheda.

Fonte: CB

Consigliati dalla redazione