L’avevamo già conosciuto nella seconda stagione di Stranger Things, ma, in questa terza, ha decisamente un ruolo più sostanzioso.

Parliamo di Murray Bauman (Brett Gelman), l’investigatore e teorico del complotto che aveva aiutato Nancy e Jonathan a sgominare l’Hawkins Lab.

In queste nuove puntate, il segretissimo rifugio del personaggio viene “invaso” da Hopper, Joyce e il loro simpatico prigioniero, lo scienziato russo Alexei. Bauman è l’unica persona nei “paraggi” di Hawkins a conoscere il russo e a poter carpire delle vitali informazioni sui traffici che i comunisti stanno conducendo utilizzando lo Starcourt Mall come copertura.

A un certo punto, Hopper rivela durante una telefonata il numero di telefono dell’abitazione suscitando non poca agitazione nel padrone di casa.

Vulture ha provato a digitare le cifre per vedere se qualcosa, effettivamente, accade. La risposta è sì e ve ne abbiamo parlato qualche giorno fa.

La questione merita di essere riaffrontata alla luce dell’epilogo della terza stagione e del destino dello sceriffo Hopper. Traducendo integralmente il messaggio possiamo leggere:

Salve, avete raggiunto l’abitazione di Murray Bauman. Mamma, se sei tu, riattacca e chiamami fra le 17 e le 18, abbiamo già discusso di questa faccenda, ok? Se sei Joyce, Joyce, grazie per aver chiamato, ho tentato di contattarti. Ho un aggiornamento. Si tratta di… guarda, è meglio se ne parliamo di persona. Niente di necessariamente buono o cattivo, ma è qualcosa. Se non siete né mia madre né Joyce, pensate di essere estremamente intelligenti avendo recuperato il mio numero? Beh, ecco una breaking news tutta per voi. Non siete intelligenti né speciali. Siete solo uno dei tanti, tantissimi imbecilli che hanno chiamato qua. Non riuscirete ad avvicinarvi a me più di così per cui fatemi un piacere: riattaccate e non chiamate mai più. Siete dei parassiti! Grazie e buona giornata.

Insomma, oltre a una bella pioggia di insulti dirette a tutte quelle persone che non sono la mamma di Murray o Joyce Byers, il messaggio pare suggerire che Murray ha qualche informazione da passare alla donna. E, chiaramente, è facile ipotizzare che si tratti del personaggio interpretato da David Harbour (ECCO TRE IPOTESI SUL POSSIBILE RITORNO IN SCENA DELLO SCERIFFO HOPPER).

STRANGER THINGS 3: LE INFORMAZIONI

La sinossi ufficiale recita:

Siamo nel 1985 a Hawkins, nell’Indiana, ed è esplosa l’estate. La scuola è finita, c’è un nuovo centro commerciale in città, e la banda di Hawkins è ormai entrata nell’adolescenza. Sbocciano storie d’amore che complicano le dinamiche del gruppo, e tutti loro dovranno capire come crescere senza separarsi. Nel frattempo, il pericolo incombe. Quando la città è minacciata da nemici vecchi e nuovi, Undici e i suoi amici comprendono che il male non ha mai fine: si evolve. Ora dovranno unirsi per sopravvivere e ricordare che l’amicizia è sempre più forte della paura.

Accanto ai vecchi amici della prime due stagioni – Millie Bobbie Brown, Finn Wolfhard, Caleb McLaughlin, Sadie Sink, Gaten Matarazzo, Noah Schnapp, Dacre Montgomery, Charlie Heaton, Natalia Dyer, Joe Keery, Cara Buono, Winona Ryder e David Harbour – si sono aggiunti Maya Hawke, Jake Busey, Francesca Reale e Cary Elwes.

Potete rimanere aggiornati sullo show grazie alla nostra scheda.

Consigliati dalla redazione