Il cast di The Walking Dead ha ammesso di “aver dato di matto” quando il creatore della serie e fumettista Robert Kirkman ha annunciato di aver terminato per sempre la storia dei fumetti senza alcun tipo di preavviso.

“Ho dato un po’ di matto, anche come fan del fumetto, e non avevo alcuna idea che la storia dei fumetti stesse per concludersi,” ha commentato Jeffrey Dean Morgan, l’interprete di Negan nella serie AMC, sulla barca di IMDb attraccata al porto del Comic-Con di San Diego. “Ma lo stavo ascoltando prima che salissimo sul palco, Kirkman ne stava parlando con Scott Gimple, parlavano di come e dove questo show esistesse entro i confini di quello che era il fumetto. E loro sono piuttosto certi che ci sia ancora parecchia roba da raccontare, non solo rispetto a quanto è stato scritto da Robert, ma anche oltre tutto quello, perché con la serie abbiamo deviato abbastanza.”

Basti pensare a Norman Reedus aka Daryl, ormai un veterano della serie creato appositamente per il piccolo schermo. Da quando Andrew Lincoln ha lasciato la serie, Reedus è diventato il personaggio principale della serie, considerando che con l’arrivo della decima stagione anche Danai Gurira lascerà il progetto.

“La più grande differenza di tutte è sempre stata Daryl, personaggio che non faceva parte dei fumetti, e guardatelo ora,” ha commentato Morgan, facendo notare che la serie continuerà “finché ci saranno persone come la showrunner Angela Kang a condurre il gioco.”

“Ero sul set quel giorno e le persone erano scioccate e si domandavano, ‘Cosa significa tutto questo?!'” ha raccontato la Gurira, l’interprete di Michonne.

“Lo ha concluso come la fine di una vita reale,” ha aggiunto Reedus.

“Ricordo quel personaggio Axel nel nostro show, [Carol] stava parlando con lui, e poi improvvisamente viene colpito e muore. È stata una delle migliori uccisioni nel nostro show, perché è successa in tempo reale. Penso che se Kirkman avesse avuto una lunga e prolissa conclusione, non ci sarebbe piaciuta.”

Quando è apparso sul palco della Sala H, Kirkman ha rivelato che il fumetto era la storia di Rick e Carl Grimes e proprio per questo motivo la conclusione è stata una cosa piuttosto naturale.

Ma la serie televisiva – che ha ucciso Carl (Chandler Riggs) nell’ottava stagione e detto addio a Rick nella nona – “parla del mondo, e lo abbiamo dimostrato con quest’ultima stagione,” ha detto Kirkman.

Kirkman ha poi rassicurato i fan facendo sapere loro che lo show non finirà “improvvisamente” come accaduto col fumetto.

“C’è ancora molto da raccontare, sono molto emozionato di lavorare con Scott e Angela per cercare di capire se ci sono altri spunti del fumetto che non abbiamo ancora esplorato, per portare il mondo oltre quel punto. Perché penso che ci siano alcune storie da raccontare quando si parla dell’universo di The Walking Dead. Sono molto eccitato all’idea, quindi niente preoccupazioni a riguardo.”

La decima stagione debutterà su AMC il 6 ottobre e il giorno dopo nel nostro paese su Fox.

The Walking Dead: due membri del cast ossessionati da… Tom Cruise! | Comic-Con 2019

Fonte: CB

Consigliati dalla redazione