Con una decisione destinata a far discutere, Netflix ha deciso di rimuovere dalla prima stagione di Tredici la scena del suicidio di Hannah Baker. La decisione della piattaforma è stata presa in conformità ad alcune preoccupazioni sollevate dal presunto rischio di emulazione del gesto da parte dei giovani spettatori della serie. Determinante per la decisione è stata la consulenza dell’American Foundation for Suicide Prevention, e della sua direttrice Christine Moutier.

Proprio la fondazione ha rilasciato il seguente comunicato, di cui riportiamo le parti salienti, in merito alla decisione:

FSP sostiene fermamente la decisione di Netflix di rimuovere la scena della morte di Hannah nella prima stagione. Il ritratto della problematica del suicidio è complesso e le ricerche mostrano che le persone rispondono ai contenuti di intrattenimento in modi diversi. Lo stesso contenuto che può portare alcuni ad aumentare la propria consapevolezza e l’interesse, e persino aumentare l’empatia in molti, per altri più vulnerabili può condurre ad un peggioramento dell’umore e dell’immagine di sé.

Ricerche mostrano chiaramente che per le persone che hanno certe vulnerabilità – legate alla loro attuale salute mentale, o anche alle esperienze passate, specialmente ai traumi – hanno una particolare tendenza all’identificazione con altre persone che vedono lottare in modi simili. Se l’individuo vulnerabile vede un personaggio immaginario lottare e poi morire per suicidio, lo spettatore può diventare più a rischio di imitazione di questo comportamento suicida.

(…)

Nel corso dell’ultimo anno, il lavoro di AFSP con Netflix ha chiaramente dimostrato che i creatori di contenuti e l’azienda hanno a cuore i temi della salute mentale e del suicidio così come della salute pubblica. Da quando AFSP ha iniziato a collaborare con gli autori nella stagione 2, Netflix ha adottato misure significative per creare risorse per gli spettatori, aggiungendo strumenti, risorse e avvisi per la serie. Le trame successive hanno messo in scena messaggi di speranza e guarigione, mostrando personaggi in cerca di sostegno da genitori, tutor, gruppi di supporto e professionisti della salute mentale, lavorando tramite l’elaborazione del trauma e problemi di salute mentale.

Riteniamo che la modifica della scena nella Stagione 1, Episodio 13 possa portare a un dialogo più completo delle questioni importanti trattate dallo show. Ci complimentiamo con Netflix per aver preso questa decisione ed essersi mosso in una direzione molto importante.

Cosa ne pensate di questa decisione?

La serie Tredici, tratta dal romanzo scritto da Jay Asher, ritornerà sugli schermi di Netflix nel 2019. Potete rimanere aggiornati sul progetto grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: CB

Consigliati dalla redazione