La terza stagione di Black Lightning il cui debutto negli negli Stati Uniti era previsto precedentemente per il 21 ottobre, è stato recentemente annunciato essere stato anticipato a lunedì 7 ottobre in seguito all’appuntamento con i TCA di The CW.

Nella serie, il prossimo anno lo Stato della Markovia, con i suoi metaumani creati su misura a formare un micidiale esercito, avrà un ruolo predominante nella trama della stagione. Come sappiamo, i markoviani sono stati responsabili della creazione di alcuni dei più temibili nemici che il Fulmine Nero (Cress Williams) si sia trovato ad affrontare: Marcus Bishop, Darryl Robinson e Rebecca Jones, conosciuti come i Masters of Disaster, e le cose non miglioreranno con la nuova stagione, soprattutto con il pericoloso e freddo Agente Odell (Bill Duke) a conoscenza del segreto dei membri della famiglia Pierce e pronto ad usarlo per ricattarli e sfruttarli per i suoi interessi.

Lo scorso anno la seconda stagione si era conclusa con la sconfitta, dopo due anni di scontri, di Tobias Whale (Marvin “Krondon” Jones), con il gangster imprigionato in una base segreta chiamata “The Pit” e la famiglia finalmente riunita dopo tutti problemi scaturiti dalla scoperta che anche la figlia minore di Jefferson, Jennifer (China Anne McClain), condivideva gli stessi poteri del padre, una verità con cui la giovane ha a lungo faticato a venire a patti. Con Whale dietro le sbarre, la minaccia della Markovia sembra quindi ciò che terrà impegnato Black Lightning e la sua famiglia nella prossima stagione, anche se è possibile che il suo più grande antagonista non rimarrà fuori dai giochi troppo a lungo.

In una recente intervista Marvin “Krondon” Jones aveva infatti dichiarato che, pur non avendo nessun controllo sulla storia del suo personaggio, gli sarebbe piaciuta l’idea di vedere Whale firmare una tregua con il suo più acerrimo nemico per sbarazzarsi della minaccia dei metaumani, soprattutto ora che la Markovia vede la città di Freeland, con la sua grande comunità di metaumani, come un’autentica minaccia, tanto da aver cercato di uccidere nella scorsa stagione Lynn Pierce (Christine Stewart). Comunque vadano le cose il prossimo anno, che Tobias e Jefferson decidano quindi davvero di fare fronte comune contro la nuova minaccia o meno, i pericoli che attendono i nostri eroi sembrano più insidiosi che mai.

Un altro aspetto di cui si è lungamente parlato in riferimento a Black Lightning è la sua separazione dal resto dell’Arrowverse, fin dal suo debutto lo showrunner Salim Akil, finito di recente in uno scandalo per essere stato citato in giudizio dall’ex compagna per abusi domestici e violazione di contratto e che non era per questo presente al panel de Comic-Con pur continuando ad essere il responsabile della serie, aveva sottolineato come Fulmine Nero sarebbe sempre stato separato dal resto delle serie di The CW, una condizione che evidentemente deve essere cambiata.
Già al SDCC, a luglio, gli attori avevano fatto largamente cenno alla possibilità che, in occasione del crossover di Crisi sulle Terre Infinite, quella che era sempre sembrata una condizione imprescindibile, potesse cambiare ed infatti, qualche giorno prima dei Television Critics Association, Cress Williams, da suo profilo Instagram, ha confermato il coinvolgimento del suo personaggio nella crisi.

Ai TCA è arrivato poi lo stampo ufficiale del network. Nonostante le passate dichiarazioni di Akil che Black Lightning rappresentasse un mondo a parte e completamente indipendente da quello dell’Arrowverse, qualcosa deve essere cambiato, magari proprio in seguito alla diminuita influenza dello showrunner della serie in seguito allo scandalo che lo ha coinvolto ed ora Fulmine Nero sarà parte attiva nella crisi.
Come abbiamo più volte spiegato, nei fumetti la crisi ha profondamente cambiato il volto della DC Comics e non era quindi pensabile che, qualunque cosa accada nel Berlantiverse, Black Lightning non ne venga coinvolto, ragione per cui questo era il momento ideale per far interagire questi universi senza necessariamente andare a disturbare l’individualismo e l’indipendenza che ha contraddistinto questo show fin dal suo debutto.
Durante i TCA, il presidente del network Mark Pedowitz ha anche sottolineato come questa decisione sia stata comunque presa di comune accordo con Akil:
Se Salim Akil si fosse dimostrato interessato, per noi era il momento ideale per coinvolgere anche questa proprietà della DC, ma ribadiamo come lui stia sviluppando il suo prodotto in maniera indipendente e che non avremmo preso questa decisione se lui non fosse stato d’accordo“.

Ad essere entusiasti del coinvolgimento di Black Lightning nel crossover, non sono apparentemente solo i fan della serie, il produttore esecutivo di Arrow, Marc Guggenheim ha infatti dichiarato che includere il personaggio di Jefferson Pierce nel crossover era la scelta più sensata, i due produttori sono da sempre appassionati l’uno del lavoro dell’altro e l’idea di poter finalmente lavorare assieme li esalta entrambi:
L’obiettivo finale è sempre stato quello di cercare di toccare più angoli possibili dell’Universo DC e questo crossover non si chiama Crisi sulla Terra CW, ma Crisi sulle Terre Infinite“.

Anche David Ramsey, l’interprete di John Diggle in Arrow, ha manifestato il suo entusiasmo per la notizia:
Non vedo l’ora di lavorare con Cress e spero di averne l’opportunità.

Nella serie Black Lightning Jefferson Pierce (Cress Williams) è un ex olimpionico, un rispettato educatore ed il padre di due figlie ed è anche Fulmine Nero, il protettore di Freeland con la sua capacità di controllare l’elettricità. Ma anche le sue figlie hanno dei poteri: Anissa (Nafessa Williams), una studentessa di medicina molto coinvolta nel sociale, di notte si trasforma in Thunder un’eroina invulnerabile e dalla forza sovrumana, mentre Jennifer (China Anne McClain), l’ultimo membro della famiglia Pierce ad aver scoperto di avere dei poteri, ha ereditato le abilità atletiche del padre, pur non desiderando diventare come lui un’atleta professionista, ma soprattutto i suoi stessi poteri, che la rendono persino più potente della sorella quando indossa il costume di Lightning. Lynn Stewart (Christine Adams) è l’ex moglie di Jefferson ed è un’esperta in medicina metaumana. Assieme, i Pierce affrontano le sfide costituite dalla difficile comunità in cui vivono, dalla gang chiamata The 100, a capo della quale c’è il famigerato Tobias Whale (Marvin “Krondon” Jones III) e la distribuzione di una micidiale droga che crea metaumani e che fa di Freeland il centro del traffico della Markovia. Ma la famiglia non combatte da sola e conta tra i suoi più fedeli alleati Peter Gambi (James Remar), padre putativo di Jefferson ed ex super spia e l’onesto vice sceriffo Bill Henderson (Damon Gupton).

La terza stagione di Black Lightning andrà in onda negli Stati Uniti a partire da lunedì 7 ottobre su The CW.