Festa mobile, il libro di memorie dello scrittore statunitense Ernest Hemingway rimasto incompiuto, diventerà una serie tv. Village Roadshow Entertainment Group, insieme all’attrice Mariel Hemingway, la nipote di Ernest Hemingway, John Goldstone (Get Carter) e Marc Rosen (Sense8), hanno appena chiuso un concluso un accordo per produrre una serie televisiva tratta dal romanzo. Attualmente è in corso la ricerca dello sceneggiatore.

Festa mobile racconta i lunghi soggiorni a Parigi durante gli anni Venti, un periodo felice per l’autore durante il quale mosse i primi passi nel mondo artistico come giornalista espatriato e scrittore. Il libro è stato pubblicato per la prima volta nel 1964 – con l’editing della sua quarta moglie Mary Walsh – e descrive l’apprendistato dell’autore come giovane scrittore mentre era sposato con la sua prima moglie, Hadley Richardson.

Il libro di memorie è composto da vari racconti personali, osservazioni, e storie di Hemingway. Altre persone importanti incluse nel libro sono Sylvia Beach, Hilaire Belloc, Aleister Crowley, John Dos Passos, F. Scott e Zelda Fitzgerald, Ford Madox Ford, James Joyce, Wyndham Lewis, Pascin, Ezra Pound, Evan Shipman, Gertrude Stein, Alice B. Toklas e Hermann von Wedderkop. Viene citato anche da Leonardo Sciascia nel romanzo Candido ovvero Un sogno fatto in Sicilia del 1977.

Ecco perché Mariel Hemingway vuole adattare Festa Mobile in una serie tv:

“Festa Mobile è il mio libro preferito sin da quando ho 11 anni, più precisamente da quando mio padre mi portò a Parigi,” ha detto Hemingway. “Mentre leggevamo il libro insieme, mi ha mostrato dove viveva suo padre (e dove mio padre è cresciuto), dove mangiava, scriveva e sognava di diventare un grande scrittore. Il suo profondo amore per mia nonna Hadley e la sua passione crescente per l’arte sono stati spunti utili essenziali all’inizio della sua iconica carriera. Voglio mostrare “su pellicola” la storia di formazione che ha catturato lettori e fiorenti scrittori per decenni.”

Che cosa ne pensate di questa notizia? Lasciate un commento.

Fonte: Deadline

Consigliati dalla redazione