Come dimostrato già nella passata stagione di Supergirl, il cui tema ha toccato il delicato argomento dell’immigrazione e dell’accettazione del diverso, dello straniero, gli autori dello show tengono in maniera particolare ad affrontare temi attuali, che sensibilizzino il pubblico su questioni ritenute a volte non necessariamente adatte ad un prodotto di puro intrattenimento, ma che finiscono in realtà per risultare uno dei migliori tentativi di trasposizione del materiale originale in un adattamento televisivo. Storicamente, infatti, i fumetti sono sempre stati molto attenti ad affrontare soggetti di una certa importanza sociale o politica e proprio per non rinunciare a questo trend, la nuova stagione parlerà dei rischi che si corrono nell’abusare della tecnologia.

Tuttavia, durante il panel del San Diego Comic-Con e nelle interviste del cast che sono seguite, non si è parlato solo del tema centrale della stagione, ma anche dei cambiamenti a cui andrà incontro lo show in termini di cast: come annunciato da Entertainment TonightJeremy Jordan tornerà infatti nel ruolo di Winn Schott per un breve arco narrativo che andrà in onda subito dopo la messa in onda del crossover, notizia confermata dall’attore stesso con un post sul suo profilo Instagram, mentre Mehcad Brooks, che ha vestito i panni di James Olsen sin dal debutto della serie sulla CBS, lascerà Supergirl nella prima metà della stagione, una sofferta decisione di cui il commosso attore ha parlato anche durante il panel, dimostrando il suo grande attaccamento allo show ed al personaggio che gli è stata data l’opportunità di interpretare.

A far parte del cast della 5^ stagione arriveranno inoltre tre nuovi acquisti, Julie Gonzalo (Veronica Mars) che interpreterà il ruolo di Andrea Rojas, alias Acrata, Staz Nair (Game of Thrones) che sarà il reporter William Dey e Meaghan Rath, la sorella dell’attore Jesse Rath (Brainy), che interpreterà il ruolo di una nuova Brainiac-5, del cui personaggio però non è stata ancora rilasciata nessuna descrizione dal network, né si sa in quale episodio apparirà per la prima volta.
Nei fumetti Acrata, che ottiene i suoi poteri grazie ad un antico amuleto dei Maya che rappresenta le ombre della notte con il quale è in grado di teletrasportarsi, nella serie è descritta come “una donna d’affari, erede di un impero della tecnologia con sede in Sud America che fa il suo aggressivo ingresso nel mondo dei media. Sicura di sé e che non teme di creare problemi,” sia Andrea Rojas che William Dey faranno il loro debutto nella première della quinta stagione.
William Dey è invece un personaggio che non esiste nei fumetti ed è stato appositamente creato per la serie, anche in vista presumibilmente dell’uscita di scena di Brooks, ed è descritto come “un uomo cinico che guarda dall’alto in basso Kara ed il suo idealismo, non interessato a farsi nuovi amici, ma solo alla storia successiva e con legami con la malavita che potrebbero risultare problematici“.

Immagini ©Teresa Soldani vietata la riproduzione.

A grande richiesta dei fan ed in occasione del crossover di Crisi sulle Terre infinite, a tornare nella quinta stagione sarà anche Jon Cryer, il quale tornerà ad interpretare il ruolo di Lex Luthor. Nei fumetti Alexander Luthor Jr. ha un ruolo essenziale nella sconfitta di Anti-Monitor ed al momento non ci è dato sapere se l’attore incarnerà il ruolo di colui che sulla carta è il figlio di Lex Luthor di Terra-3 e Lois Lane-Luthor, ma quel che è certo è che i fan hanno reagito con grande entusiasmo alla notizia, essendo riuscito, Cryer, in pochi episodi a conquistarsi il loro affetto con un personaggio che si è rivelato una delle novità più interessanti della passata stagione.

Una delle storyline più attese della prossima stagione è invece quella che riguarderà Lena Luthor (Katie McGrath) a cui il diabolico fratello, poco prima di essere ucciso dalla sorella, ha rivelato il segreto dell’identità di Kara, sottolineando come tutti coloro che ha sempre considerato suoi amici le abbiano sempre mentito.
A giudicare da quanto mostrato dal trailer proiettato in occasione del Comic-Con e da quanto dichiarato dalla protagonista della serie in un’intervista con Entertainment Weekly, gli autori hanno scelto di non tramutare necessariamente Lena in un’avversaria di Supergirl in seguito al tradimento subito, ma piuttosto di mostrarne il grande dolore da lei provato per la menzogna su cui la sua amicizia con Kara era costruita.
Questa stagione costituirà una battaglia per l’anima di Lena,” ha anticipato Melissa Benoist in riferimento a questa storyline. “Ero devastata quando ho scoperto che sarebbe stato Lex Luthor a raccontarle la verità, quel momento è un colpo al cuore per Lena, un personaggio a cui Kara tiene profondamente. E’ stato doloroso“.
E riferendosi alle passate dichiarazioni della McGrath, che aveva più volte manifestato il desiderio che il suo personaggio non venisse mai a conoscenza del segreto di Kara, la protagonista della serie ha aggiunto:
Per me quella era una pia illusione, ma personalmente ho sempre saputo che sarebbe successo. Quello che stiamo cercando di fare in Supergirl è raccontare anche l’amicizia tra donne, la sorellanza e come ci trattiamo a vicenda, come comunichiamo che c’è una differenza tra uomini e donne. Penso che il loro rapporto sia di per sé particolare, perché sono molto amiche e abbiamo la possibilità di raccontare questo relazione, ma questa situazione renderà le cose un po’ più complicate“.

SUPERGIRL New Supersuit

Sia durante il panel del Comic-Con che nelle interviste che sono seguite si è anche parlato profusamente della decisione di cambiare il costume di Supergirl, rinunciando alla leggendaria minigonna del personaggio, scelta che non è stata accolta favorevolmente da tutti i fan della serie e dei fumetti, ma che nasce da una ragionevole necessità della protagonista, costretta a girare nel freddo inverno canadese una serie che la costringeva ad indossare un costume piuttosto succinto. Oltre a ciò la Benoist ha sottolineato come il suo personaggio fosse pronto per un aggiornamento che la facesse apparire anche più matura:
Quello che vorrei ottenere con questa serie, quando giungerà alla conclusione, è avere un arco narrativo molto chiaro, in cui Supergirl sia maturata come donna e sia diventata anche più femminile con l’età adulta.

In ultimo la protagonista ha anche fatto cenno al suo sogno di dirigere un episodio, che si realizzerà proprio in questa stagione:
Volevo dirigere una puntata già dalla terza stagione, ma lo scorso anno non ho potuto per via della programmazione, così David Harewood ha diretto per primo. Mi sento attratta dall’idea soprattutto perché conosco talmente bene lo show, il mio personaggio, il mondo in cui si muove ed il tono della serie, da non potermi impedire di immaginare certe scene girate in un certo modo e voglio poter giocare con questa opportunità“.

La quinta stagione di Supergirl andrà in onda negli Stati Uniti a partire da domenica 6 ottobre su The CW.