La prima stagione di Carnival Row si conclude con una serie di punti rimasti in sospeso, che rilanciano la trama della serie verso una seconda stagione già confermata. Gli showrunner Travis Beacham e Marc Guggenheim hanno rilasciato una lunga intervista nella quale hanno parlato del finale della stagione, anticipando cosa potremmo vedere il prossimo anno.

Il modo in cui finisce la stagione 1 ha molti richiami al mondo reale. C’è mai stato qualche dubbio su come sarebbero finite le cose?

Non credo. Sembrava il prossimo passo naturale. Penso che sia sempre stato palese dove stavamo andando.

Questo significa che la prossima stagione sarà più esplicita nei suoi parallelismi politici nel mondo reale?

Non direi più esplicita. Non vogliamo mai apparire come predicatori, oppure come persone che stanno battendo il tamburo troppo forte. Quindi non fare un’analogia identica, in stile “La fattoria degli animali”, rispetto al mondo reale. Penso che, idealmente, per rimanere fedele ai nostri personaggi e al nostro mondo, la nostra idea rimane quella di creare una storia che gioca in un’ambientazione chiusa, anche se parla del mondo reale.

Si è parlato anche dei cambiamenti che affronterà il personaggio di Philo, interpretato da Orlando Bloom. Il protagonista si trova dalla parte delle fate, anche per amore di Vignette. Gli showrunner hanno dichiarato che la seconda stagione esplorerà il fatto che il personaggio è in effetti in parte una creatura fatata. Questo suo essere a metà tra il mondo degli umani e quello delle creature magiche sarà importante, perché lo farà diventare un uomo senza patria.

La sua relazione con Vignette verrà messa in discussione da una serie di problemi che li coinvolgeranno in modo diverso. All’inizio della seconda stagione Vignette rimane lo stesso personaggio, ma si troverà in circostanze completamente diverse. Gli autori hanno dichiarato di voler mettere davvero alla prova il rapporto tra i due protagonisti.

Per quanto riguarda invece la fuga d’amore di Imogen e Agreus, il loro allontanamento della città era invece importante per mostrare luoghi diversi. Si troveranno in ambienti completamente diversi, e da un punto di vista visivo la loro storia sarà molto importante per mostrare cose nuove. Nella seconda stagione verranno aggiunti almeno altri due paesi, insieme a nuove location.

I due showrunner hanno dichiarato che la seconda stagione sarà più complessa, sia dal punto di vista geopolitico che dell’importanza dei gruppi estremisti. I Black Raven in particolare, ai quali si era unita Vignette nella prima stagione, saranno più importanti.

Sul futuro:

Ci sono cose che vengono introdotte nella stagione 2 che non ripagheranno fino alla stagione 4. Se saremo così fortunati di arrivare alla stagione 4. Ci piace pianificare il successo. A rischio di illuderci.

Carnival Row, già rinnovata per una seconda stagione, è prodotta da Legendary Television e tra i produttori ci sono anche Marc Guggenheim, René Echevarria, Jon Amiel, Bloom e Travis Beacham. Potete rimanere aggiornati grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

CORRELATO A CARNIVAL ROW

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: EW