L’ultima volta che avevamo trattato l’argomento Crisi sulle Terre Infinite nei nostri speciali alla fine di agosto, la produzione di quello che è stato già definito “il più ambizioso crossover della storia della televisione” non era ancora iniziata e la possibilità che Tom Welling entrasse ufficialmente a far parte del cast dell’evento era solo uno dei tanti rumor ancora non ufficialmente confermati che giravano in rete.

CORRELATO – Crisi sulle Terre Infinite: lo stretto legame tra il crossover e l’ultima stagione di Arrow

Da allora le cose sono decisamente cambiate: Marc Guggenheim, per esempio, ha cinguettato il 24 settembre annunciando ufficialmente l’inizio della produzione. Sebbene non si sappia con precisione in quale episodio di ciascuno show cadrà l’atteso evento ad eccezione di Arrow, la cui puntata dedicata alla Crisi sarà l’8^, la terzultima in assoluto per la serie, per The Flash e Supergirl possiamo presupporre che la crisi arriverà nel 9° episodio, mentre per Batwoman (che ha una stagione più breve) dovrebbe arrivare tra l’8° ed il 9° episodio.

Un altro elemento tecnico di cui siamo però a conoscenza è che Crisi sulle Terre Infinite non sarà girato in ordine di episodio, cioè prima Supergirl, poi Batwoman, The Flash, Arrow ed infine Legends of Tomorrow, così come – d’altronde – non sono girate in ordine cronologico nemmeno le scene di un singolo episodio di una serie televisiva, ma rispetterà probabilmente un complesso programma che dovrà comunque tenere conto del fatto che tutti gli show coinvolti dovranno continuare contemporaneamente a rispettare il loro “normale” programma di riprese. A confermare questo aspetto, un recente post di Elizabeth Tulloch (Lois Lane) sulle sue storie di Instagram, mostra che vedremo a sorpresa il suo personaggio accanto a Batwoman, in un mini-crossover nel crossover che decisamente non ci aspettavamo.

Sul fronte dei casting, come accennavo all’inizio dell’articolo, The CW ha confermato non solo il coinvolgimento di Tom Welling, ma anche quello della sua Lois Lane Erica Durance, la quale ha recentemente postato una foto assieme alla sua ex co-star nel set della fattoria dei Kent che è stata al centro di tante avventure in Smallville. Da sottolineare tuttavia che nonostante la presenza di Tom Welling sia stata ufficializzata, non abbiamo per contro nessuna certezza che l’attore indosserà il costume di Superman, soprattutto considerato che il ruolo sarà già interpretato sia da Brandon Routh che da Tyler Hoechlin.
Nel fumetto originale di Crisi sulle Terre Infinite appaiono due versioni di Superman: Kal-L di Terra-2 ed il più canonico Superman di Terra-1, più giovane del primo, è quindi plausibile – ma anche in questo caso ci riferiamo solo a delle voci – che quindi Welling si limiti ad interpretare magari un Clark Kent che ha appeso il mantello al chiodo o che, come molti altri nomi che sono stati coinvolti nel crossover, faccia solo una breve apparizione più a scopo commemorativo che contenutistico.

A rendere questa teoria plausibile c’è quella che è già diventata la nota risposta di Michael Rosenbaum (Lex Luthor in Smallville) a chi gli chiedeva se anche lui sarebbe stato coinvolto nell’evento. Lo stesso giorno in cui Guggenheim festeggiava l’inizio della produzione, l’attore scriveva infatti su Twitter:
Amici, molti di voi mi hanno twittato e chiesto se mi unirò al crossover. Non so dirvi quanto significhi per me. Vi dirò come stanno le cose. WB ha chiamato il mio agente venerdì pomeriggio, quando ero in Florida in visita a mio nonno in una casa di riposo. La loro offerta: Niente copione. Nessuna idea di cosa avrei fatto. Nessuno idea di quando avrei girato. In pratica zero soldi. Ed il vero calcio nel sedere è stato il: “Dobbiamo avere una risposta ora”. La mia semplice risposta è stata “Passo”. Penso possiate capire perché. Spero che questo risponda a tutte le vostre domande. Con affetto Rosenbaum.

Di fronte a tanta sincerità da parte dell’amatissimo Lex Luthor di Smallville il pubblico si è fondamentalmente diviso in tre schieramenti: c’è chi si è complimentato con lui per aver rinunciato al ruolo, considerata la mancanza di garanzie e certezze, chi ha rimproverato l’attore di essere stato troppo venale e poco riconoscente nei confronti dei fan di una serie che gli ha dato la notorietà e chi è convinto invece (conoscendo lo spirito giocoso di Rosenbaum) che il tutto sia una trovata pubblicitaria e che l’attore farà comunque un’apparizione cogliendo tutti di sorpresa e soprattutto che un professionista navigato come lui non si sarebbe mai inimicato la WB con dichiarazioni tanto taglienti che rischiano di gettare un’ombra sulla serietà del progetto.

Per quanto concerne invece il terzo Superman del gruppo Brandon Routh, il quale ha già annunciato che lascerà Legends of Tomorrow entro la fine di questa stagione assieme alla moglie Courtney Ford (Nora Darhk), come confermato al San Diego Comic-Con, l’attore tornerà ad indossare il mantello del supereroe dai tempi di Superman Returns (2006).
Quello che non era invece noto e che è stato confermato da un suo post su Instagram di qualche giorno fa, è che il Superman di Routh sarà ispirato a quello di Kingdom Come, una miniserie a fumetti di Mark Waid e Alex Ross pubblicata nel 1996, post Crisi, in cui l’uomo d’acciaio è un personaggio pieno di rimpianti che ha perso in un tragico attentato ordito da Joker la sua amata moglie Lois e che è stato di fatto soppiantato da una nuova generazione di membri della Justice League, dei giovani pieni di boria e con poca esperienza, dei quali decide di riprendere la guida per insegnare loro i valori della vecchia guardia di supereroi. Non sappiamo ovviamente come la trama di questa miniserie influirà sul personaggio, soprattutto con così tanto materiale già sul fuoco, ma è possibile semplicemente che il Superman di Kingdom Come vada a sostituire quello di Terra-2 di Crisi sulle Terre Infinite poiché entrambi, dopotutto, hanno in comune il fatto di rappresentare dei personaggi più maturi di quello canonico, che sarà invece interpretato dall’uomo d’acciai dell’Arrowverse Tyler Hoechlin.

Ultimi ingressi nel cast del crossover ad essere annunciati sono infine stati quelli di Osric Chau (Supernatural) che sarà Ryan Choi, alias The Atom e che potrebbe forse successivamente sostituire Routh in Legends of Tomorrow e Ashley Scott, la quale sarà invece Huntress, alias Helena Kyle, personaggio che ha già interpretato per la serie Birds of Prey andata in onda per una sola stagione nel 2002 su The WB, l’attuale The CW. Nel cast della serie c’erano anche Dina Meyer nel ruolo di Batgirl e Rachel Skarsten in quello di Black Canary. Nell’Arrowverse a vestire i panni del personaggio di Elena Bertelli alias The Huntress in Arrow era stata, nella 1^ e 2^ stagione dello show, Jessica De Gouw, che dubitiamo – a questo punto – verrà coinvolta nell’evento.

Il crossover Crisi sulle Terre Infinite andrà in onda negli Stati Uniti in 5 serate, la prima delle quali sarà l’episodio di Supergirldomenica 8 dicembre, seguito da quello di Batwomanlunedì 9 dicembre e da quello di The Flashmartedì 10 dicembre. Dopo questi primi 3 episodi, il crossover andrà in pausa per le vacanze natalizie e riprenderà e si concluderà con l’episodio di Arrow, seguito da quello speciale di Legends of Tomorrow (speciale perché non dovrà essere inserito nella conta totale delle puntate di questa 5^ stagione), martedì 14 gennaio 2020, sempre su The CW.